Cronaca

E' ancora scontro per la gestione dell'acqua, Ugl: "Lunedì in piazza"

Per il segretario Gambino i tempi della procedura negoziata che troverá un nuovo gestore, dopo il fallimento dell'Aps, sono troppo lunghi. "L'emergenza é adesso, bisogna lavorare giorno e notte"

Continua il pressing dell'Unione generale dei lavoratori per cercare di spingere l'Ato PA 1 e la Regione ad accelerare i tempi della procedura negoziata il cui scopo é trovare un nuovo gestore per il servizio idrico e fognario di ben 52 Comuni della provincia, dopo il fallimento del vecchio gestore Acque Potabili Siciliane.

Margherita Gambino, segretario provinciale Ugl spiega perché: "L'unica soluzione per scongiurare l'emergenza é lavorare giorno e notte per velocizzare i tempi. Ci sono già dei disservizi e potrebbero esserci anche dei danni ambientali".

I disservizi sono dovuti, per esempio, alle poche macchine al momento a disposizione del servizio: solo 40 per intervenire e risolvere i problemi di 52 Comuni.

"L'Ato non é nella condizione economica necessaria per poter gestire il servizio, i suoi conti sono in rosso, e la procedura ha tempi troppo lunghi: 4 mesi", continua il segretario.

"Ringraziamo l'assessore Marino che più di altri ha voluto l procedura, che l'Ato avrebbe dovuto far partire già un anno fa, ma ora bisogna agire. Non c'é più tempo per cercare di accontentare tutte le diverse anime della Regione. L'emergenza é adesso".

La normativa non permette di affidare la gestione ai Comuni quindi, secondo Margherita Gambino, prima bisogna scegliere una tra le cinque società che si sono candidate a gestire il servizio e, solo dopo, fare una legge di riordino che permetta ai comuni che lo vorranno, che comunque sono una minoranza, di staccarsi e gestire da sé il servizio.

"Adesso bisogna pensare ai cittadini e ai lavoratori, che l'Ato non può inglobare", conclude il segretario. Per questo lunedì l'Ugl andrà in piazza a manifestare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ancora scontro per la gestione dell'acqua, Ugl: "Lunedì in piazza"

PalermoToday è in caricamento