menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Razzismo alla Zisa, 2 extracomunitari aggrediti

Razzismo alla Zisa, 2 extracomunitari aggrediti

Zisa, due extracomunitari aggrediti Uno si trova in fin di vita al Civico

Due giovani dello Sri Lanka accerchiati da una banda di 10 persone che li ha colpiti con caschi e mazze. Il racconto dell'altro ferito: "E' stato un attacco razzista, già da tempo quei ragazzi ci minacciano e ci lanciano pietre"

Secondo le vittime si sarebbe trattato di un’aggressione razzista. Due giovani dello Sri Lanka sono stati picchiati, e uno di loro ridotto in fin di vita, da una banda di dieci persone. La vittima dell'aggressione è un trentenne dello Sri Lanka, Naguleashwaran Subramaniam, ricoverato in coma all’ospedale Civico, bastonato insieme a un connazionale, Mohanraj Yoganathan, 25 anni, anche lui rimasto ferito. L’episodio è accaduto alla Zisa alle 3 della notte di ieri, mentre i due amici stavano bevendo una birra per festeggiare il compleanno di Yoganathan.

Il giovane - intervistato da Repubblica-Palermo - dice che “è stata una aggressione razzista. Già da tempo quei ragazzi ci minacciano e ci lanciano pietre quando siamo in strada. Li riconoscerei e l'ho detto anche alla polizia”. I due, che lavorano in un locale del centro, avevano finito il proprio turno e avevano deciso di festeggiare bevendo una birra per strada, quando “all'improvviso - ricorda Yoganathan - quei dieci sono arrivati alle spalle. Ci hanno colpiti con caschi e mazze, urlando 'ci fate schifò e poi ci hanno lanciato bottiglie. Erano davanti a un locale che sta aperto tutta la notte e secondo me erano ubriachi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento