menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Centro per l'impiego di viale Praga (foto archivio)

Il Centro per l'impiego di viale Praga (foto archivio)

Prima va al sit in, poi si cosparge di benzina: ex pip tenta il suicidio in viale Praga

L'estremo gesto sventato da due carabinieri e due poliziotti impegnati in altro servizio. Si tratta di uomo di 46 anni in servizio all'Università. Un testimone: "Urlava di essere stufo di aver lavorato 20 anni senza un contratto"

Dopo essersi cosparso di benzina teneva stretto fra le mani un accendino, minacciando di essere pronto a farla finita: "Così metto fine alle mie sofferenze". Momenti di tensione ieri all’incrocio tra viale Strasburgo e via Belgio dove un ex pip di 46 anni ha tentato il suicidio dopo una manifestazione davanti al Centro per l’impiego di via Praga alla quale avevano preso parte una quarantina di persone dello stesso bacino.

Al termine del sit in l’uomo, in servizio all’Università degli studi di Palermo, si è allontanato e si è diretto verso la villetta di via Praga, ha preso una bottiglia e si è gettato addosso il liquido infiammabile. In pochi minuti si è creato un capannello che ha attirato l’attenzione, fra gli altri, di alcuni poliziotti e carabinieri impegnati in altro servizio.

Intuendo il rischio i quattro, in servizio al commissariato San Lorenzo e alla stazione Resuttana-Colli, si sono avvicinati e sono riusciti a strappargli via dalle mani la bottiglia e l’accendino. Poi l’intervento di altre volante e gazzelle, di un’ambulanza del 118 e del personale della Digos. Il 46enne, come riferito da alcuni presenti, avrebbe urlato di essere “stufo di aver lavorato per 20 anni senza un contratto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e Società

Festival di Sanremo: il testo della canzone "Amare" de La Rappresentante di Lista

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento