Sabato, 20 Luglio 2024
Spazi a perdere / Libertà / Viale Lazio

L'ex Costè cade a pezzi: "E' diventato preda di vandali e tossicodipendenti"

A lanciare l'allarme è il Comitato Villa Costa, che ha documentato con un reportage fotografico lo stato in cui versa l'immobile. Un anno fa la riapertura alla presenza di tutta l'ex Giunta comunale. L'assessore Mineo: "C'è grande attenzione, stiamo lavorando a un avviso per la riqualificazione degli spazi"

Doveva diventare un centro culturale per la cittadinanza ma a un anno dalla riapertura di Villa Costa, l'ex biblioteca ed ex Costè versa nel degrado, preda di vandali, senzatetto e tossicodipendenti. A denunciarlo è il Comitato Villa Costa, che già negli anni passati aveva lanciato una raccolta firme per riqualificare l'area. Dopo anni di abbandono, il 30 marzo dello scorso anno il polmone verde di fondo Terrasi - che si trova nel quadrilatero tra viale Lazio, viale Campania, via Empedocle Restivo e via Brigata Verona - è stato inaugurato alla presenza di tutta l'ex Giunta comunale che aveva promesso di intervenire a breve anche sull'immobile. Ma da allora niente si è mosso. 

All'esterno la struttura risulta recintata. All'interno pareti scrostate, scritte e vetri rotti. Curati invece, a onor di cronaca, gli spazi verdi. "Dal 2018 a oggi - dicono dal Comitato - nonostante le numerose richieste della nostra associazione, nulla è stato fatto per quell'edificio che adesso versa in uno stato abbandono inaccettabile. Se nel 2019 l'immobile era intatto e pronto per fungere da centro culturale e biblioteca/sala studio, adesso dopo anni di atti di vandalismo e inadempienze da parte del Comune bisognerà far fronte a lavori di manutenzione e ripristino non indifferenti. E più passa il tempo e più quella struttura cade a pezzi". 

Per 4 anni preda dei vandali, finalmente riapre Villa Costa: "Scusate il ritardo, ma oggi è una festa" | VIDEO 

Il Comitato, che ha documentato lo stato in cui si trova la struttura attraverso un reportage fotografico, ha lanciato così una nuova petizione e una raccolta firme per strappare l'immobile all'abbandono. "Firmiamo - scrivono - per aprire Villa Costa e realizzare un centro culturale che possa fungere da sala studio, biblioteca, area per mostre, concerti, laboratori e workshop, ludoteca e caffè letterario". 

L'ex biblioteca di Villa Costa nell'abbandono

Un fardello passato oggi nelle mani della nuova Amministrazione. "Abbiamo recintato la struttura - dice a PalermoToday l'assessore al Verde e al Patrimonio Andrea Mineo - per motivi di sicurezza. C'è grande attenzione nella riqualificazione degli spazi. Proprio per questo motivo, abbiamo spinto per l'approvazione del regolamento dei beni comuni che ci permetterà di avere uno strumento ulteriore e innovativo per la gestione delle aree verdi e delle strutture insieme ai cittadini, alle associazioni o ai privati che se ne volessero occupare". 

"Su Villa Costa e sul roseto - continua Mineo - si sono susseguiti in questi mesi vari interventi. Anni fa la villa era stata affidata a un privato con conseguenze nefaste. Memori di questa esperienza vorremmo capire cosa realizzare nel sito anche sfruttando gli strumenti del nuovo regolamento. Io stesso sono andato personalmente a fare più di un sopralluogo con i tecnici del Verde e del Patrimonio. L'amministrazione, coerentemente con quanto detto, sta lavorando a un avviso per la riqualificazione dell'immobile". 

A intervenire sulla vicenda la consigliera comunale M5S Concetta Amella. "Nonostante le promesse fatte dall'assessore Mineo all'inizio di quest'anno - commenta l'inquilina di Palazzo delle Aquile - riguardo alla ricerca di una partnership per avviare i lavori di recupero dell'area, nulla è ancora stato fatto. E' per questo motivo che ho inviato un'interrogazione al sindaco per chiedere spiegazioni sull'intenzione dell'amministrazione riguardo a Villa Costa. Vogliamo sapere se l'immobile sarà definitivamente smantellato o se sarà recuperato per fini sociali e culturali. In quest'ultimo caso, chiediamo anche di conoscere i fondi disponibili e il piano progettuale previsto per il recupero dell’area". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex Costè cade a pezzi: "E' diventato preda di vandali e tossicodipendenti"
PalermoToday è in caricamento