"Eventi di Natale in ritardo e incongruenze sul Capodanno", è polemica in Consiglio

A Sale delle Lapidi "colorita" protesta dei consiglieri di minoranza con cappellini di Babbo Natale e decorazioni. Ferrandelli (+Europa): "Provocazione per sottolineare incapacità dell'amministrazione". Figuccia (Udc): "Dove sono le luminarie?". Italia Viva replica: "Basta strumentalizzazioni"

Scoppia la polemica in Consiglio comunale sull'organizzazione delle iniziative di Natale e gli spettacoli di Capodanno. In città non si vedono ancora le luminarie e il responso sugli eventi natalizi (che dovrebbero partire venerdì) è in forte ritardo. La commissione istituita al Comune, infatti, deve ancora scegliere le 20 proposte da finanziare, su un totale di 109 pervenute agli uffici del settore Culture. E molto probabilmente gli eventi, che dovrebbero iniziare venerdì, slitteranno.

Una situazione che ha fatto scattare una colorita protesta da parte dei consiglieri d'opposizione, che si sono presentati a Sala delle Lapidi con cappellini di Babbo Natale e decorazioni natalizie in mano. Il tutto davanti al dirigente del settore Culture, Domenico Verona, e al segretario generale Antonio Le Donne, convocati in Aula per fornire chiarimenti sulle procedure seguite per l'assegnazione dei concerti di Capodanno dopo lo scontro tra il vicepresidente del Consiglio Giulio Tantillo e l'assessore Adham Darawsha.

La seduta è stata sospesa dopo che i consiglieri di maggioranza hanno abbandonato l'Aula. Tutto rinviato a domani dunque. "Con la nostra provocazione - dice Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale di +Europa - abbiamo voluto sottolineare l'incapacità dell'amministrazione, che non è in grado neppure di pianificare il Natale e Capodanno, feste che hanno una data fissa ogni anno".

Le opposizioni lamentano "incongruenze" sull'affidamento dei concerti di Capodanno. "Dove sono le luminarie? E gli eventi?" domanda Sabrina Figuccia (Udc). "La città - aggiunge - è triste, come questa amministrazione". Dietro le proteste colorite, c'è l'ostruzionismo delle opposizioni. Che, dopo lel scintille tra Tantillo e Darawsha, hanno detto a chiare note che avrebbero bloccato i lavori d'Aula. La maggioranza però non ci sta: "Basta strumentalizzazioni - fa sapere Italia Viva - sulle procedure che riguardano l'assegnazione delle manifestazioni di Capodanno, poiché sono state fatte rispettando le norme in vigore. Le sedute di Consiglio comunale vengano impiegate per affrontare i reali problemi della città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Rifiuti, negozi che chiudono e le sedute in Consiglio si sprecano perché non si è d'accordo sulla gestione del Capodanno" aggiunge il capogruppo Sandro Terrani. "Noi - conclude - non facciamo da stampella a nessuno. La città aspetta i regolamenti, discutiamo dei reali problemi e cerchiamo di risolverli. Palermo non può più aspettare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento