Cronaca Politeama / Via Mariano Stabile, 136

"Non pagava la tassa di soggiorno": Finanza sequestra 17 mila euro ad albergatore

L'accusa è di peculato. Accertata l'evasione tra il 2014 e il 2018. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica. "I controlli nelle strutture ricettive palermitane proseguiranno"

Non versava la tassa di soggiorno, così gli uomini del nucleo di polizia economico-finanziaria - al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica - gli hanno sequestrato 17 mila euro. Nel mirino è finito il titolare dell'hotel Florio Operà di via Mariano Stabile. L'accusa è di peculato. Il decreto di sequestro è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari.

"L’attività investigativa - spiegano dalla guardia di finanza - si è concentrata sugli adempimenti connessi al versamento dell’imposta di soggiorno relativa all’attività di ricezione dei turisti e ha consentito di accertare che il titolare dell’albergo non ha provveduto al versamento delle somme riscosse dai suoi clienti con riferimento al quinquennio 2014-2018". In parole povere l'uomo si era appropriato indebitamente di circa 17.500 euro, soldi che adesso sono stati sequestrati.

"Le Fiamme Gialle - dicono dalla guardia di finanza - stanno facendo accertamenti per arginare il fenomeno dell'evasione in materia di imposta di soggiorno. Le irregolarità in quest’ambito sono connesse alla mancata dichiarazione trimestrale dell’ammontare raccolto, o che doveva raccogliersi, per conto del Comune e all’omissione del versamento delle somme che dà luogo ad appropriazione indebita di denaro pubblico. La Finanza, per contrastare il fenomeno dell’evasione dell’imposta di soggiorno nell’ambito del Comune di Palermo, proseguirà i controlli nei confronti delle strutture ricettive".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non pagava la tassa di soggiorno": Finanza sequestra 17 mila euro ad albergatore

PalermoToday è in caricamento