Scappa dai domiciliari per andare... dai carabinieri: arrestato e poi assolto

Il giovane si era allontanato dalla sua abitazione intimorito dopo che qualcuno aveva tentato di entrare rompendo una persiana. I militari lo avevano trovato a venti metri dalla Stazione Altarello Baida e lo avevano bloccato per evasione

Effettivamente era stato trovato fuori dalla sua abitazione, dalla quale invece non avrebbe dovuto muoversi essendo ai domiciliari, ma era stato arrestato per evasione a venti metri da una caserma dei carabinieri: difficile credere dunque che Simone Ahmed Bizzou, palermitano di 21 anni, volesse veramente darsi alla macchia. Ovunque avrebbe potuto dirigersi lo scorso 3 aprile, ma non vicino alla stazione di Altarello Baida. Eppure è finito sotto processo e la Procura aveva anche chiesto una condanna a 8 mesi. Il giudice ha però accolto le tesi dell'avvocato dell'imputato, Alfonso Papa, e lo ha assolto.

Per il giovane quella era stata una serata movimentata: mentre era a casa, sottoposto ai domiciliari, qualcuno aveva distrutto una delle persiane e si era intrufolato all'interno. Un fatto che aveva spaventato molto l'imputato, tanto che aveva chiamato la polizia. Gli agenti riscontrarono effettivamente il tentativo di intrusione, facendo anche dei rilievi scientifici. Poi erano andati via.

Bizzou, che in passato aveva già avuto problemi simili e temendo che dei suoi creditori potessero usare quelle modalità per recuperare i soldi, aveva deciso di allontanarsi dalla sua abitazione, nonostante la misura cautelare. E si era diretto verso la Stazione dei carabinieri. Pochi metri prima di arrivare, però, era stato arrestato: un militare aveva verificato che l'imputato era sottoposto agli arresti in casa e lo aveva quindi bloccato con l'accusa di evasione.

Il difensore di Bizzou ha messo in evidenza l'assurdità della situazione: quale detenuto per sfuggire alle forze dell'ordine andrebbe mai verso una caserma o un commissariato? In termini più tecnici, sarebbe mancato l'elemento soggettivo del reato. Ed è esattamente ciò che ha sancito il giudice della quinta sezione del tribunale monocratico, Nicola Aiello, che ha deciso di assolvere l'imputato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento