Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Evade dal carcere, poliziotti pedinano la compagna e lo rintracciano in casa

La fuga di Giuseppe Sanfilippo è finita dopo il blitz degli agenti di Partinico: l'uomo era scappato approfittando di un permesso per lavorare all'esterno di un penitenziario modenese

Era riuscito a evadere dal carcere fino a svanire nel nulla. Dopo due mesi la fuga di Giuseppe Sanfilippo, 55 anni, è finita. L'uomo - che aveva approfittato di un permesso per lavorare all'esterno dal carcere di Castelfranco Emilia, in provincia di Modena per fuggire - è stato bloccato e arrestato dagli agenti del commissariato di Partinico, diretto dal vice questore Carlo Nicotri. I poliziotti per due mesi avevano setacciato tutti i luoghi frequentati dall'uomo che era stato arrestato a luglio dello scorso anno per diversi furti.

SANFILIPPO-2Seguendo la compagna - al culmine di quella che la polizia ha definito una "spasmodica ricerca" - gli agenti sono riusciti a individuare un'abitazione utilizzata come rifugio. Qui gli agenti hanno fatto irruzione e hanno trovato Sanfilippo che è stato portato in carcere a Palermo. Dalla polizia di Partinico hanno sottolineato "l’elevata pericolosità sociale dell'uomo, derivante dall’indole violenta". Sanfilippo avrebbe dovuto scontare la misura di sicurezza detentiva per un anno.

Le ricerche erano state estese a tutto il territorio nazionale. Decisive le informazioni acquisite dall’Ufficio Misure di Prevenzione da fonti confidenziali. Dopo un lungo appostamento è scattato il blitz, appena è rientrata la compagna. I poliziotti hanno fatto irruzione riuscendo a bloccare Sanfilippo prima potesse nuovamente dileguarsi.    

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dal carcere, poliziotti pedinano la compagna e lo rintracciano in casa

PalermoToday è in caricamento