Eva Riccobono "fatta a pezzi": video shock contro la violenza sulle donne

La modella palermitana, protagonista dello spot realizzato in collaborazione con Prada e Tod's, veste i panni di una bambola, bella, buona, perfetta, ma spezzata dagli abusi subiti nell'ambiente accogliente della propria casa

Eva Riccobono

Un video contro la violenza sulle donne. A lanciarlo è stata la onlus 'Fare x bene': la protagonista è la modella palermitana Eva Riccobono che nell'occasione diventa una bambola, bella, buona, perfetta, ma spezzata dagli abusi subiti nell'ambiente accogliente della propria casa.

GUARDA IL VIDEO

Immobile come un manichino, sulla colonna sonora di 'Nessuno mi può giudicare' di Caterina Caselli, la donna si mostra zitta, vestita con gli abiti eleganti di Prada, Miu Miu, Tods e Dsquared per poi sparire e dar spazio al viso di Valentina Pitzalis che, a ventisette anni, il 17 aprile 2011, è stata cosparsa di cherosene dal marito che le ha dato fuoco, morendo pure tra le fiamme. Lei è viva… con il corpo sfigurato.

Molti dicono non esista, ma i dati lo confermano: 179 sono le donne assassinate, una ogni due giorni in Italia (rilevamento 2013), senza contare quelle che non sono morte, ma quasi, che lo scorso anno erano 47. Eppure, donne e uomini continuano a lavorare insieme, a dimostrazione che rispetto reciproco e relazioni sane sono possibili e tutte le iniziative che ogni giorno vengono indette a supporto di questa causa servono a far capire che mettere luce sull'argomento non sarà mai abbastanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Torna su
PalermoToday è in caricamento