Canti e cori da stadio in barba al virus, esposto sugli operai Reset del canile

Possibili guai in vista per il personale della partecipata comunale. Un video pubblicato su Facebook mostra una squadra durante una pausa. In pochi sembrano aver adottato le misure di sicurezza anticontagio. “Andrà tutto bene, forza Italia”, gridano alcuni di loro. Indagini in corso

Gli operai Reset nel video "incriminato"

Esposto contro una squadra di operai Reset in servizio al canile. Possibili guai in vista per alcuni lavoratori della partecipata del Comune che rischiano una denuncia, anche loro, per il contenuto di alcuni video pubblicati sui social. Le immagini mostrano otto dipendenti durante quella che sembra una pausa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In pochi sembrano rispettare, quantomeno per ciò che viene mostrato le misure anticontagio da Coronavirus. In pochi indossano le mascherine e quasi nessuno rispetta le distanze di sicurezza. Poi il gran finale in cui tutti quanti, tenendosi sotto braccio l'un l'altro, intonano cori da stadio e famose canzoni in lingua napoletana. Questa volta indossando - alcuni di loro - tute bianche e mascherine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento