Esenzione ticket all'Asp: "Servizio sospeso per troppe richieste, il sistema online non funziona"

A sollevare il caso sono stati i sindacati dei pensionati: "Un disagio continuo a carico di chi vive già in condizioni difficili sia economicamente che socialmente". La replica dell'azienda sanitaria

Si aggrava la situazione di disagio per i richiedenti l’esenzione ticket all’Asp 6 di Palermo. Da oggi infatti chi prova a fare domanda on line sul sito dell’Azienda, ottiene una unica risposta: servizio sospeso. A denunciarlo sono i sindacati dei pensionati,  Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati di Palermo, con i tre segretari Concetta Balistreri, Mimmo Di Matteo e Alberto Magro.

“Oltre ai ritardi che si allungano ormai di oltre quindici giorni, e che stanno provocando danni economici non indifferenti agli aventi diritto che hanno già presentato l’istanza per via telematica i primi giorni di aprile, adesso non è nemmeno più possibile presentare nuove richieste perché il servizio risulta sospeso per eccesso di domande. In molti stanno sostenendo le spese perché non possono rinviare, in attesa dell’esito, le visite mediche, esami diagnostici o l’acquisto di farmaci”, spiegano i tre segretari. “E’ dunque questa la sanità nel nostro territorio? Un disagio continuo a carico di chi vive già in condizioni difficili sia economicamente che socialmente”.

Da qui la richiesta urgente di un incontro rivolta alla direzione generale dell’Azienda sanitaria locale 6. “Vogliamo confrontarci sui costi (diretti e indiretti) e sui tempi di accesso alle prestazioni sanitarie da parte di anziani e pensionati residenti nella provincia di Palermo. E’ necessario ricercare insieme soluzioni che risultino adeguate tempestive ed efficaci per eliminare le condizioni di gravi difficoltà e disagio in cui versano migliaia di cittadini della provincia per le tante disfunzioni che si trovano ad affrontare quotidianamente”. “Ci auguriamo di essere convocati in tempi brevi” concludono Balistreri, Di Matteo e Magro.

Marcello Susinno, consigliere comunale e Antonio Nicolao, vicepresidente della prima circoscrizione, chiedono adesso un immediato intervento dell’assessore regionale "perché - dicono - concretamente questa situazione “costringe” migliaia di cittadini, per lo più anziani, a recarsi direttamente nei vari sportelli dell’Asp, affrontando interminabili code, per ottenere un’attestazione di esenzione utile per poter avere farmaci o prestazioni sanitarie specialistiche di cui hanno diritto e che potrebbe essere rilasciata con un semplice click". I due concludono: "C’è chi dalla procedura on line avendo avanzato richiesta dal 5 aprile è in attesa di risposta; ma addirittura c’è pure chi si è visto spuntare, nero su bianco, dalla procedura che il servizio è “sospeso per eccessiva presenza di richieste”. Circostanza inaccettabile negli anni in cui la telematica prende sempre più campo e che purtroppo di fatto lascia migliaia di cittadini senza l’attestazione che autorizzi l’esenzione in favore di quelle persone che ne hanno diritto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda l'Asp nel pomeriggio ha poi replicato: "Nonostante lo stato di allerta e l’assegnazione di maggiore risorse intervenuta nei giorni scorsi al fine di smaltire le numerosissime istanze di esenzione ticket pervenute online in questa provincia, non è stato possibile pervenire a risultati accettabili all’utenza ed alla governance.  Le performance sin qui espresse molto lontane dai risultati attesi hanno costretto la Direzione all’adozione di misure straordinarie che potranno soddisfare le esigenze entro 10 giorni azzerando i giorni di attesa. Già da questa sera il sistema sarà nelle condizioni di ricevere nuove istanze.  Si conferma che ove sussistessero le condizioni per l’esenzione, il costo del ticket eventualmente pagato e non dovuto potrà essere oggetto di rimborso presso il distretto sanitario di competenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento