Cronaca

Università, soldi per superare gli esami: studenti condannati, 5 anni alla segretaria

Caricati 71 esami mai svolti. La maxi truffa ha coinvolto le facoltà di Economia, Architettura e Ingegneria: nei guai studenti ed ex dipendenti. Sei ragazzi hanno deciso di patteggiare la condanna con pene da sette mesi a due anni

Bastava pagare. Poi quasi per "magia", nel piano di studi universitario spuntavano esami mai sostenuti. Per qualche ragazzo non c'era neanche bisogno di presentarsi davanti ai professori. Fino a quando però la truffa non è venuta a galla. Paola Adriana Cardella, ex responsabile della segreteria della facoltà di Economia e commercio, è stata condannata a cinque anni di reclusione. La pena è poi diminuita di un terzo per la scelta del rito abbreviato. Seconda l'accusa avrebbe caricato 71 esami che non sarebbero stati mai sostenuti da dieci studenti.

Il caso non riguarda solo la facoltà di Economia, ma anche quelle di Architettura e Ingegneria. Studenti ed ex dipendenti condannati per frode: otto in tutto. Il rettore Roberto Lagalla è intervenuto con una nota: “La condanna di oggi arriva al termine dell’inchiesta che l'Università di Palermo ha innescato, segnalando alla Procura le irregolarità riscontrate in alcune carriere degli studenti. Quando mi sono insediato, ho disposto infatti che la verifica delle carriere universitarie fosse verificata anche manualmente, verbale per verbale d'esame, e non  attraverso riscontri telematici. Lì sono emerse le incongruenze che abbiamo segnalato e che hanno determinato, da parte nostra, l'avvio di procedimenti disciplinari che hanno portato a licenziamenti e sospensioni, e la nostra costituzione di parte civile al processo. Con le procedure attuali, non ci sono spiragli per tentativi di frode”.

Uno studente, Francesco Mattina, è stato condannato a un anno, altri sei studenti invece hanno patteggiato la condanna con pene da sette mesi a due anni. Si tratta di Francesco Giaconia, Marilena Tusa, Francesco Pirrone, Davide Di Salvo, Giuseppe Lo Buono, Gioacchino Maria Di Franco. Rinviate a giudizio altre quindici persone, tra le quali c'è anche un'altra impiegata dell'università, Rosalba Volpicelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, soldi per superare gli esami: studenti condannati, 5 anni alla segretaria

PalermoToday è in caricamento