Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Caduti Senza Croce

Asili nido fra sterpaglie e insetti, il Comune: “Pochi uomini e scarse risorse”

Il caso del Grillo Parlante segnalato da una lettrice: "Erbacce alte un metro e mezzo". Dal settore Ambiente e vivibilità ammettono che stentano a coprire tutte le richieste di manutenzione del verde. E così molti plessi hanno iniziato l'anno tra l'incuria

L'asilo nido Grillo Parlante - foto Marcella Crivello

Erbacce alte e asili nido infestati da insetti e topi. E’ stato un brutto rientro per molti dei piccoli alunni degli asili nido comunali, la maggior parte dei quali non ha ricevuto un’adeguata manutenzione prima di accogliere i bambini. Un esempio lampante è quello del plesso Grillo Parlante, di via Caduti senza croce, a Resuttana.

A segnalare il disagio Marcella Crivello. “Porto mio figlia al Grillo Parlante - racconta a PalermoTodaty - e abbiamo trovato le erbacce alte oltre un metro e mezzo. Le sterpaglie secche ricoprono tutta la zona esterna della struttura e il parco giochi è praticamente inutilizzabile a causa della presenza di insetti, zanzare e anche qualche topo. Sono molto preoccupata e delusa. Perché non si è pensato per tempo a creare le giuste condizioni igienico-sanitarie per cominciare l’anno in sicurezza”. Secondo il racconto della mamma non sarebbe solo il nido Grillo Parlante a versare in queste condizioni di degrado ma la situazione si ripeterebbe anche in altre strutture comunali. E, in effetti, dal settore Vivibilità e Ambiente dell’Amministrazione non negano l’esistenza del problema.

“Purtroppo – spiega Rosario Rosarno, uno dei responsabili del settore – questi disagi sono dovuti alla mancanza di personale, mezzi e risorse. E’ vero che da qualche mese sono confluiti nel nostro ambito anche gli uomini di Gesip, ma con contratti da 2 ore e mezza o al massimo 3 ore. Tempistiche irrisorie per i lavori da fare”. Si pensi che in città, divisi nelle otto circoscrizioni, ci sono circa mille plessi scolastici comunali da mantenere. “Cerchiamo di dividerci al meglio – aggiunge Rosarno – e di tamponare le richieste che ogni giorno arrivano, non solo dalle scuole ma anche per la cura del verde pubblico e delle ville”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido fra sterpaglie e insetti, il Comune: “Pochi uomini e scarse risorse”

PalermoToday è in caricamento