Cronaca Cruillas / Via Trabucco

Epidurale per chi deve partorire, nuovo servizio al Cervello

Per potere usufruire dell’"analgesia nel parto" le partorienti dovranno necessariamente eseguire, dalla 34° alla 38° settimana di gravidanza, la visita anestesiologica in occasione della quale sarà illustrata la tecnica

L’analgesia epidurale per tutte le donne partorienti che desiderino, durante il travaglio, avvalersi di questa tecnica in grado di alleviare il dolore del parto.  Da qualche settimana è attivo presso l'ospedale Cervello - dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello - il servizio di partoanalgesia. Un servizio gratuito, attivo 24 ore grazie ad un progetto voluto e finanziato dal direttore generale Gervasio Venuti, e reso possibile dalla fattiva collaborazione di anestesisti e ginecologi, con le due unità operative di Ostetricia e Ginecologia, diretta dal professore Antonio Perino e di Anestesia e Rianimazione, responsabile la dottoressa Rita Oliveri.

Per potere usufruire dell’analgesia nel parto le partorienti dovranno necessariamente eseguire, dalla 34° alla 38° settimana di gravidanza, la visita anestesiologica in occasione della quale sarà illustrata la tecnica. Per prenotare la visita anestesiologica ci si può rivolgere all’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia del Cervello. Le donne interessate avranno la possibilità di partecipare alla conferenza sulla analgesia epidurale nell’ambito del corso pre-parto, organizzata mensilmente dall’Azienda, durante la quale l’anestesista ed il ginecologo risponderanno a tutte le domande e ai dubbi delle partorienti.   


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epidurale per chi deve partorire, nuovo servizio al Cervello

PalermoToday è in caricamento