Torna l’emergenza sepolture ai Rotoli Un centinaio le salme senza posto

Il 2012 si preannuncia come "l'annus horribilis". A fronte di una necessità pari a più di mille posti ce ne saranno a disposizione solo 400, poco più di un terzo del fabbisogno. E il Comune prova a correre ai ripari

Bare a deposito ai Rotoli (foto repertorio)

Sono 99 le salme a deposito al cimitero di santa Maria dei Rotoli a Vegine Maria. Tornano così a fare paura i numeri del cimitero più grande della città. Da due giorni è stato impossibile effettuare delle operazioni di sepoltura a causa delle cattive condizioni meteorologiche anche se, secondo gli uffici impianti cimiteriali del Comune sono circa un centinaio le operazioni arretrate a carico di Gesip che si occupa della gestione del camposanto.

Ed il 2012 si annuncia come “l’anno dell’emergenza”, un’emergenza posti salma parecchio più preoccupante e grave rispetto agli ultimi anni. A Palermo, infatti, ogni anno sono necessari circa 1100 posti salma mentre a disposizione ce ne saranno solo 400, ovvero poco più di un terzo del fabbisogno. Il comune prova a correre ai ripari con due strategie: la sepoltura temporanea delle salme senza posto nelle tombe dei privati, una soluzione che ha destato tantissime proteste ma che ha permesso di mantenere relativamente basso il numero delle bare a deposito fino ad oggi e, d’altra parte,  la nuova ordinanza che stabilisce la cremazione obbligata delle salme non mineralizzate che hanno finito il loro ciclo nei campi d’inumazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Torna su
PalermoToday è in caricamento