Mercoledì, 22 Settembre 2021

VIDEO | Emergenza cimiteri, l'ira di Orlando: "Consiglio comunale inadeguato"

Il sindaco annuncia una nuova ordinanza e attacca Sala delle Lapidi per la mancata adozione del Piano triennale delle opere pubbliche. La replica di Iv: "È lui il responsabile, non cerchi capri espiatori"

Il sindaco Leoluca Orlando torna a parlare di caos cimiteri e attacca il Consiglio comunale per le criticità legate al camposanto dei Rotoli, dopo l'ultima emergenza legata all'uscita di liquidi da alcune bare senza sepoltura. "Dopo l'uscita dalla maggioranza della componente renziana - dice - abbiamo assistito a una paralisi del Consiglio comunale. Un Consiglio comunale che avrebbe dovuto approvare già l'anno scorso il piano triennale delle opere pubbliche. Un piano che, dopo dieci mesi, non ha ancora approvato, impedendo così di realizzare opere già progettate per oltre 500 milioni e in particolare di riattivare il forno crematorio e di realizzare un campo di inumazione per il quale l'Amministrazione comunale ha già acquisito progetti e risorse necessarie per intervenire". 

"Per questo - continua - di fronte all'inaccettabile comportamento di questa nuova maggioranza, mi sono assunto ogni responsabilità. Ho anche disposto l'immediata attivazione di una convenzione con il cimitero di Sant'Orsola per utilizzare gli oltre mille loculi a disposizione. Spero di dare una risposta al dolore dei familiari, ai diritti dei cittadini e un richiamo ad un Consiglio comunale che, con l'attuale maggioranza, è inadeguato rispetto all'emergenza che stiamo vivendo". 

Poi un'ultima sferzata al Consiglio. "I poteri di ordinanza - concludono - esistono anche per supplire alle inadempienze di organi dell'amministrazione comunale. E questo ho fatto". 

Immediata la replica dei consiglieri di Italia Viva. "La catastrofica situazione dei cimiteri di Palermo ha un unico e solo responsabile: il sindaco Leoluca Orlando. È stato il sindaco - scrive in una nota capogruppo dei renziani a Palazzo delle Aquile, Dario Chinnici - a mantenere la delega per nove mesi senza concludere nulla, nonostante avesse promesso il contrario, è l’amministrazione guidata dal sindaco a non essere riuscita a trovare uno straccio di soluzione al problema della mancanza di loculi. Tutte le iniziative sin qui annunciate si sono rivelate un completo fallimento e ora siamo arrivati al punto che le bare scoppiano per il caldo, aumentando il dolore di quelle famiglie che da troppo tempo attendono di poter dare degna sepoltura ai propri cari".

"Il sindaco, anziché riconoscere i propri fallimenti fa quello che gli riesce meglio: cercare un capro espiatorio, provare a far dimenticare che è lui a governare la città da quasi un decennio. Il piano triennale delle opere pubbliche è stato bocciato per la sua incapacità di dialogare con l'Aula e per i suoi patetici tentativi di non assumersi le sue responsabilità, il Consiglio comunale non si è mai sottratto al dialogo e al confronto, contrariamente alla giunta, e ha dedicato numerose sedute alla vicenda cimiteriale cercando di far luce su quanto accaduto e sulle relative responsabilità. Con un'emergenza sanitaria in atto - conclude Chinnici - l'unica soluzione al problema dei cimiteri è l’intervento dell’Esercito e il  commissariamento del Comune così come avvenuto per il ponte Corleone: l'unico modo ormai per risolvere i problemi che ha creato Orlando".

Aggiornato il 18/08/2021 alle ore 15.30 // inserita nota Dario Chinnici di Iv

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Emergenza cimiteri, l'ira di Orlando: "Consiglio comunale inadeguato"

PalermoToday è in caricamento