Cronaca

Discariche in emergenza, Regione pronta a spedire rifiuti in Piemonte

Questa la soluzione trovata dal presidente Crocetta, dall'assessore Contraffatto e dal direttore del Dipartimento acqua e rifiuti Maurizio Pirillo. Migliora la situazione a Carini che ha conferito 100 tonnellate in più a Bellolampo

Più di mille tonnellate di rifiuti attraverseranno il Tirreno per essere scaricati in Piemonte. In attesa di recepire la disponibilità dell’ente regionale, la Regione Siciliana ha trovato questa soluzione all’emergenza per permettere alle discariche dell’isola di "respirare" e in attesa che Rap entri a regime con la discarica di Bellolampo e l’impianto di Trattamento meccanico-biologico. Scartata l’ipotesi di inviare i rifiuti tramite le linee ferroviarie, che avrebbe richiesto un tempo di organizzazione di almeno 15 giorni, ovvero quando "non sarebbe stato più necessario" ha dichiarato il governatore Rosario Crocetta. "Pensiamo di avere entro domani (oggi ndr) un quadro molto definito della situazione, che presenta miglioramenti in quasi tutte le province, tranne alcune zone del Palermitano - ha concluso Crocetta - e parte dell'agrigentino. Migliora anche la situazione del comune di Carini".

L’individuazione di questa soluzione, per la quale si attende oggi l’ok dal Piemonte, si è resa necessaria all’indomani delle difficoltà riscontrate da Rap a causa del sovraccarico di arretrato, che ha impedito ai comuni del Palermitano di conferire lo straordinario. A tal proposito due giorni fa i sindacalisti Giuseppe Badagliacca e Felice Cuffaro, della Fiadel, hanno parlato di una "paralisi preannunciata" e di un sistema "sottodimensionato anche solo per il territorio urbano di Palermo. In condizioni ottimali l’impianto è progettato per accogliere al massimo 750 tonnellate al giorno (qualcosa meno di quanto la città normalmente produce, ossia circa 850-900 tonnellate al giorno). Una situazione allarmante che potrebbe creare più di qualche problema agli operatori, che rischiano di farsi male con spazi limitati, senza la necessaria segnaletica e con turni di lavoro massacranti.

LEGGI ANCHE: BELLOLAMPO, CANCELLI APERTI PER 28 COMUNI

Il Governatore, l'assessore all'Energia Vania Contrafatto e il direttore del Dipartimento acqua e rifiuti, Maurizio Pirillo, hanno apprezzato lo sforzo fatto dai comuni e dai diversi impianti siciliani che stanno "lavorando in modo molto intenso". "Per domani - ha aggiunto il Presidente - è stata convocata un'ulteriore conferenza di servizi per il trattamento dei rifiuti nelle strutture dell'agrigentino che hanno chiesto il potenziamento e che potrebbero operare immediatamente. Migliora la situazione del comune di Carini che da qualche giorno ha conferito circa 100 tonnellate in più presso Eco Ambiente di Bellolampo per potere smaltire i rifiuti accumulati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche in emergenza, Regione pronta a spedire rifiuti in Piemonte

PalermoToday è in caricamento