Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Cinisi

Emergenza rifiuti, Siculiana apre i cancelli: le strade tornano pulite

I Comuni dell'Ato Pa 1 come promesso hanno versato 150 mila euro nella casse della Catanzaro Costruzioni e la raccolta è ripartita. Dal 12 novembre potrebbe però fermarsi un'altra vola

Come promesso la discarica di Siculiana, nell'agrigentino, ha riaperto le porte ai rifiuti dell'Ato Pa 1. La Catanzaro Costruzioni che la gestisce ha infatti ottenuto dai 12 Comuni membri quanto richiesto nel corso di un incontro avvenuto in settimana con i sindaci ovvero il versamento di una parte del denaro che le spetta per il servizio erogato.

La raccolta, come anticipato da PalermoToday, è ripartita e le strade sono tornate pulite, anche se non ovunque. A Cinisi, comune dove fino a ieri l'immondizia aveva letteralmente sommerso alcune vie, la strada statale 113 è stata svuotata dai sacchetti della spazzatura. La situazione nelle vie più decentrate, invece, non è ancora tornata alla normalità. E lo stesso accade nel comune confinante di Terrasini.  

Il debito con la Catanzaro Costruzioni non è però stato estinto. Nella casse dell'azienda devono ancora essere versati 300 mila euro. I comuni hanno tempo fino al prossimo 12 novembre per farlo. In caso contrario la raccolta si fermerà un'altra volta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, Siculiana apre i cancelli: le strade tornano pulite
PalermoToday è in caricamento