menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Montagna di rifiuti a Cala Rossa, Terrasini

Montagna di rifiuti a Cala Rossa, Terrasini

Un netturbino ogni 400 abitanti, la Sicilia “doppia” Milano

Questo quanto emerge da un'inchiesta di Repubblica. I salari, in rapporto alla media nazionale, sono più del doppio. Ma l'emergenza rifiuti nella provincia di Palermo continua incessante

In Sicilia è mantenuto un netturbino ogni 398 abitanti, ben dieci volte di più della provincia di Milano. Questo quanto è emerso da un’inchiesta di Repubblica a seguito del primo conteggio degli addetti alla raccolta dei rifiuti stipendiati dalla Regione. I salari, in rapporto alla media nazionale, sono più del doppio. Dall’Osservatorio dei rifiuti si aspettavano “un numero elevato, ma non certo così”, dice la dirigente Silvia Coscienza al quotidiano.

Questi numeri fanno ancora più impressione se si pensa all’emergenza rifiuti che colpisce in questi giorni soprattutto la provincia di Palermo (guarda il video). Cumuli d’immondizia a Carini (guarda il video), Capaci, Isola delle Femmine, Terrasini. Solo per citare alcuni dei centri più colpiti dalle difficoltà dell’Ato.

Troppi stipendi significano maggiori esborsi. Tutto ciò porta ad avere difficoltà a pagare regolarmente i salari dei netturbini che quindi protestano: ecco spiegata un’altra delle tante cause della disastrosa situazione delle strade siciliane sommerse dai rifiuti. L’evasione dalla Tarsu, l’assenza di sensibilizzazione alle direttive europee sulle 5R (raccolta, riciclo, riuso, riduzione, recupero), la creazione degli Ato che hanno prodotto solo un buco di 1 miliardo di euro. Non bastava la mala gestione, da una decina di anni a questa parte, dei politici ha prodotto un surplus di assunzioni di personale ora non stipendiato regolarmente. Naturale, se con un bilancio economico così negativo si è costretti a pagare dieci volte gli stipendi del milanese.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento