Cronaca

Rifiuti, ancora ferma la raccolta in provincia: sit in dei sindaci davanti a Palazzo d'Orleans

La discarica di Motta Sant’Anastasia ha chiuso le porte alla ditta che si occupa della raccolta dell’indifferenziato per i comuni del Palermitano: "La Regione non è in grado di fare da intermediario e noi praticamente non abbiamo risposte da nessuno"

Sindaci del palermitano in piazza contro l'emergenza rifiuti. Oggi pomeriggio, intorno alle 15, si sono ritrovati davanti a Palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione per far sentire la loro voce. La raccolta dell'indifferenziato da due giorni si è fermata in provincia dopo che anche la discarica catanese ha chiuso le porte ai 50 comuni del Palermitano che scaricavano lì dato che Bellolampo è quasi satura. 

"La Oikos, la società che gestisce l'impianto di Motta Sant'Anastasia - spiega il sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci - ha chiesto a Eco Ambiente, la società che si occupa della raccolta in provincia, una fideiussione bancaria di 2 milioni di euro. La Regione non è in grado di fare da intermediario tra queste ditte (o non vuole farlo) e noi praticamente non abbiamo risposte da nessuno". 

Nel frattempo i rifiuti indifferenziati restano nelle strade. "Io personalmente - continua il primo cittadino - ho chiesto ai cittadini di differenziare il più possibile, ma non è possibile differenziare il 100% dei rifiuti. A Terrasini la differenziata è al 60%, ma ci sono comuni qui con noi che neanche hanno iniziato la differenziata e sono nei guai completamente". 

Il sindaco di Terrasini non è l'unico ad aver chiesto collaborazione ai concittadini. Lo ha fatto, tra gli altri, anche l'amministrazione di Bagheria che già ieri aveva lanciato l'allarme. Il presidente Musumeci ieri a Roma ha incontrato Gentiloni per chiedere poteri speciali e trovare una soluzione all'emergenza ma il verice a Palazzo Chigi non avrebbe portato a nulla di fatto. Da qui la decisione di protestare.

Oggi il presidente della Regione ha incontrato il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti per parlare dello stato di avanzamento del Patto per la Sicilia. "Il cordiale colloquio, che si è svolto nello studio del Ministro - fanno sapere dalla Presidenza - è servito a fare una panoramica delle problematiche dell’isola. Ministro e Presidente si sono dati appuntamento a Palermo per una verifica sul campo dei temi più cruciali in agenda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, ancora ferma la raccolta in provincia: sit in dei sindaci davanti a Palazzo d'Orleans

PalermoToday è in caricamento