Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Rifiuti, emergenza senza fine: allarme salute, turisti in calo

Nuovi roghi nella notte: decine di interventi dei pompieri. L'assessore Russo: "Pericolo epidemie". Assoturismo: "Almeno il 20% di arrivi in meno". Gli interventi previsti dall'Amia

Amia all'opera in via San Lorenzo

Da un lato ci sono i soliti roghi nella notte, l'allarme lanciato dall'assessore regionale alla Salute, la preoccupazione degli operatori del turismo. Dall'altro lato c'è che oltre ai dipendenti di Amia, ci sono un centinaio di netturbini di Amiaessemme in strada per la raccolta manuale. E che Amap e Amg hanno messo a disposizione dell'azienda per l'igiene ambientale due pale meccaniche. In mezzo però c'è che l'emergenza rifiuti a Palermo va avanti. Senza sosta.
 
GLI INCENDI. I vigili del fuoco nella notte hanno effettuato decine di interventi. Il fuoco è stato appiccato sia ai cassonetti ma anche e soprattutto a quei cumuli di spazzatura accumulatisi nei giorni scorsi in quasi tutta la città dopo lo sciopero degli operatori ecologici.
 
PERICOLO EPIDEMIE. E come se non bastassero i disagi per i cittadini, ieri pomeriggio, l'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, ha detto chiaramente di essere preoccupato. "L'emergenza rifiuti può rivelarsi pericolosa per la salute pubblica", ha scritto Russo in una lettera inviata al commissario straordinario del Comune, Luisa Latella. L'assessore ha anche allertato gli uffici dell'Asp di Palermo, invitandoli alla massima sorveglianza della situazione e ha offerto al commissario Latella la più ampia collaborazione istituzionale per affrontare tutti gli aspetti igienico-sanitari connessi alla insufficiente raccolta di rifiuti solidi urbani. I pericoli sarebbero legati alla putrefazione dei rifiuti e alla maggiore presenza di ratti, aspetti favoriti anche dalle elevate temperature di questo periodo in città. Russo teme anche "i numerosi incendi di rifiuti e cassonetti registrati negli ultimi giorni che  generano l'emissione di sostanze nocive come la diossina". Però l'assessore precisa che "a tutt'oggi non sono state segnalate patologie correlate all'emergenza in questione, nonostante la situazione venutasi a creare può provocare in qualunque momento l'insorgere di epidemie".

TURISMO IN GINOCCHIO. Rischi per la salute ma anche per gli operatori turistici. Secondo Assoturismo-Confesercenti Sicilia l'emergenza rifiuti potrebbe costare un 20 per cento in meno di arrivi. "La verità  - attacca il presidente di Assoturismo Sicilia, Andrea Corso - è che Palermo è in questa situazione da mesi ma finora si è celata artatamente questa situazione, magari trovando qualche discarica provvisoria. Ora che siamo sotto elezioni il problema è scoppiato".  Il tour dei turisti, che in Sicilia prevede generalmente due notti a Siracusa, una ad Agrigento, una a Taormina e due notti a Palermo, vedrà, secondo Assoturismo, quantomeno un accorciamento del numero delle giornate di permanenza. Una beffa per chi pregustava affari a Pasqua.
 

NETTURBINI AL LAVORO. L'Amia sta provando a smaltire nel più breve tempo possibile i ritardi accumulati nei giorni dello sciopero. Un centinaio di operai di Amiaessemme sono impegnati nella raccolta manuale dei sacchetti. Amap e Amg hanno prestato all'azienda di piazzetta Cairoli due pale meccaniche. Ieri sono stati già effettuati interventi straordinari nelle vie Papa Sergio, Emerigo Amari, Agordat, Roccazzo, Tritone, Barcarello, San'Isidoro, Castellana, Mater Dolorosa, Trapani, Gemellaro, Pacini, Spedalieri, Puritano, Onorato, nelle piazze Ignazio Florio e Tonnara, e in corso Pisani. Stamattina sono previsti interventi nelle vie Belmonte, Sperone, Achille Grandi, Di Vittorio, Li Bassi, Ermellino, del Bassotto, Segugio, Altofonte (tratto Villaciambra, Villagrazia), Cruillas e ancora via Resuttana (da definire), Porticciolo dell'Arenella (da definire) e piazza Montegrappa. L'Amia precisa che "si sta procedendo con la disinfezione e le derattizzazione nelle aree attorno ai cassonetti ripuliti".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, emergenza senza fine: allarme salute, turisti in calo

PalermoToday è in caricamento