Cronaca

Rifiuti, emergenza continua: sit in davanti alla Prefettura

Interi quartieri e strade invasi dall'immondizia a causa dello stato di agitazione dei 2400 operai di Amia e Amiaessemme che oggi sono tornati a manifestare. Nella notte vigili del fuoco impegnati a spegnere gli incendi

Via Giovanni Dotto, nella zona Cuba-Calatafimi - foto Campolo

Palermo resta sommersa dai rifiuti. Borgo Nuovo, corso dei Mille, corso Pisani, Montepellegrino e chi più ne ha più ne metta. Interi quartieri e intere strade sono invase dall’immondizia a causa dello stato di agitazione dei 2400 operai di Amia e Amiaessemme, le società partecipate dal Comune  a rischio fallimento.

All’emergenza rifiuti poi si aggiunge quella dei roghi (GUARDA IL VIDEO). Cittadini esasperati (ma non giustificati) danno alle fiamme i cassonetti stracolmi di immondizia. Nella notte scorsa i vigili del fuoco sono intervenuti sia in periferia che in centro, a Fondo Galletti, via Messina Marine, via Gianluca Barbieri, via Sperone, Via Orsa Maggiore, via Libero Grassi, via Lincoln, in via Maqueda, via Giuseppe Li Bassi. Per ore i pompieri sono stati impegnati nelle bretelle dell'autostrada A29 Palermo-Catania, dove sono stati dati alle fiamme rifiuti accumulati da mesi.

Nel pomeriggio, intanto, gli operai sono tornati a manifestare. Un sit in, organizzato dai sindacati, è iniziato alle 15.30 in via Cavour davanti alla Prefettura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, emergenza continua: sit in davanti alla Prefettura

PalermoToday è in caricamento