menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bagheria è emergenza sepolture: "Circa 300 le bare in attesa di tumulazione"

A dicembre 2020 è stato approvato il progetto per 800 nuovi loculi. I primi 400 sono già stati costruiti, ma il problema non è ancora stato risolto. La denuncia di un lettore di PalermoToday: "Mia nonna in deposito da una settimana". L'assessore Barone replica: "Si sta procedendo a seppellire le salme in rigoroso ordine cronologico"

Al cimitero di Bagheria è ancora emergenza sepolture. A denunciarlo è un giovane (che preferisce rimanere anonimo) che ha perso la nonna da poco. "La sua salma - racconta a PalermoToday il 28enne - è in deposito insieme a una ventina di altre bare dallo scorso lunedì, giorno del suo funerale. Non avendo una cappella di famiglia - continua - l'agenzia funebre ci ha detto di pagare la tassa comunale per il loculo e noi lo abbiamo fatto il giorno stesso spendendo circa mille euro. Quando siamo arrivati al camposanto però la sua bara è finita in camera mortuaria. I dipendenti del cimitero ci hanno detto che ci sarebbe rimasta 24/48 ore, poi sarebbe stata trovata una sistemazione". 

Non è stato così perché le bare in attesa di tumulazione sono centinaia. "Abbiamo - dichiara l'assessore Angelo Barone, con delega sui servizi a rete - tre camere mortuarie e alcune bare sono dentro alle cappelle messe a disposizione dalle famiglie proprietarie oppure nel fornetto provvisorio. Per un totale di circa 300 salme. Per quanto riguarda il pagamento anticipato, è il regolamento comunale - precisa l'assessore - a prevedere che avvenga prima dell'accesso al cimitero".Il membro della Giunta Tripoli rassicura sulle tumulazioni chiarendo che non sono ferme: "In questa settimana sono state circa 50 le bare seppellite". 

Il 28enne è preoccupato anche perché all'interno del deposito ci sarebbero salme di persone decedute nel 2020. L'assessore Barone conferma, ma rassicura: "A dicembre 2020 è stato approvato il progetto di 800 loculi diviso in due lotti. Il primo lotto è stato già costruito e si sta procedendo alla tumulazione in rigoroso ordine cronologico. All'approvazione del nuovo bilancio, che dovrebbe avvenire entro il 30 maggio, partirà la realizzazione del secondo lotto di loculi (altri 400)". Quando l'amministrazione Tripoli si è insediata, nel 2019, ha ereditato il cimitero con circa 450 salme fuori loculo. Oltre ai loculi costruiti recentemente e a quelli che saranno realizzati a breve ha subito proceduto alla costruzione di un lotto di 75 loculi, più un altro da 200 loculi circa.  

L'emergenza sepolture in atto però non è l'unica cosa che il nipote dell'anziana defunta denuncia: "All'interno del deposito dove si trova mia nonna - tuona - le condizioni igienico sanitarie sono carenti, c'è molta puzza ed è impossibile fermarsi per più di qualche minuto". "Ci dispiace per il disagio, ma - prosegue l'assessore - stiamo facendo tutto quello che è in nostro potere fare per evitare situazioni spiacevoli come questa considerando pure che purtroppo la gente continua a morire. A causa del Covid, inoltre, abbiamo avuto un ulteriore aggravio della situazione perché la legge ci dice che i morti per Covid - conclude Barone - devono essere tumulati definitivamente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento