rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cimiteri

Un campo d'inumazione da 200 posti e altre 600 sepolture: ecco i progetti per i Rotoli coi fondi statali

Il Comune ha trasmesso al ministero dell'Interno il cronoprogramma degli interventi per uscire fuori dall'emergenza, che saranno finanziati con 2 milioni di euro. Lavori entro fine anno. L'assessore Sala: "Così ridurremo le salme in deposito". Orlando: "Ringrazio il parlamento". La Lega: "Noi unico partito a fare ottenere somme a Palermo"

Un campo di inumazione da 198 posti e un articolato programma di manutenzione delle sepolture già esistenti che consentirà di ricavarne da un minimo di 489 a un massimo di 635 ulteriori posti per seppellire i defunti. E ancora: la riparazione del forno crematorio esistente, attività varie di messa in sicurezza del cimitero e una mappatura telematica dell'intero camposanto. Sono questi i progetti presentati dal Comune al ministero dell'Interno, che saranno finanziati con i 2 milioni di euro assegnati alla città con la finanziaria nazionale per affrontare l'emergenza ai Rotoli. dove ci sono ancora circa mille bare insepolte. 

Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore ai Servizi cimiteriali Toni Sala hanno firmato ieri il cronoprogramma degli interventi trasmesso a Roma, che prevede la fine delle attività entro il 2022. Lavori che si aggiungono alla collocazione di 424 loculi temporanei (la gara d'appalto è alle battute finali), al trasporto delle salme presso il cimitero privato di Sant’Orsola (sono stati già utilizzati 268 loculi su 354) e alla possibilità di cremazione a spese dal Comune (160 salme).

Grazie allo stanziamento statale da 2 milioni, fortemente voluto dalla Lega, da qui a fine anno si dovrebbero concretizzare due maxi interven. Con 350 mila euro, oltre al campo d'inumazione, verrà consolidata la "sezione 473" sia a monte che a valle. L'amministrazione si è dotata di un progetto di fattibilità tecnico-economica che non necessita di una variazione del piano cimiteriale, vista l’approvazione del prezzario unico regionale per i lavori pubblici del 2022. Gli altri 1,6 milioni di euro serviranno alla manutenzione delle sepolture familiari con più di 50 anni (quindi già passate nella disponibilità del Comune); la manutenzione delle cappelle gentilizie acquisite al patrimonio comunale per incuria o violazioni del regolamento, molte delle quali soggette a vincolo monumentale; la collocazione di loculi ipogei in sostituzione delle fosse perenni; la rimozione dei separatori nelle sepolture gentilizie realizzate fra il 2009 e il 2020, per poter tumulare una salma anziché 14 cellette.

Il Comune conta inoltre di riattivare nell’immediato il forno crematorio esistente e di intervenire, laddove necessario per il decoro, nei 20 ettari di superficie del cimitero. Mentre con la mappatura telematica del cimitero sarà possibile conoscere, in tempo reale, lo stato di conservazione degli immobili e delle sepolture, ma anche avere disporre delle informazioni sui concessionari, sui posti occupati, sulle date di decesso. Dati fondamentali per una corretta gestione del cimitero. 

"La crisi economica e quella pandemica - spiega l’assessore Sala - hanno fatto accrescere il numero di richieste per le tumulazioni nei campi di inumazione. Una soluzione più economica per le famiglie che però necessita di spazi ad hoc. Al contempo poniamo le basi affinché il funzionamento futuro del cimitero dei Rotoli sia meno affannato. Si tratta di un cronoprogramma ambizioso ma realistico. Abbiamo lavorato con gli uffici all’individuazione di attività che possano concretamente e in tempi rapidi consentirci di far diminuire sensibilmente il numero di salme in attesa di sepoltura, permettendo al tempo stesso di curare il decoro e le condizioni di sicurezza del cimitero dei Rotoli".  

"Ringrazio il parlamento nazionale e le forze politiche che si sono impegnate per questo stanziamento economico - aggiunge il sindaco Orlando - l'amministrazione comunale vive una situazione finanziaria molto critica ed era necessario un intervento nazionale per superare un’emergenza ormai insostenibile". La Lega rivendica i risultati ottenuti e promette che vigilerà sui lavori: "Siamo stati l'unico partito a fare ottenere somme a Palermo per questa terribile emergenza cimiteriale che ci ha colpito a causa della incapacità di chi ci amministra". Così i consiglieri Igor Gelarda e Marianna Caronia, che domani assime ad altri esponenti di partito saranno con il leader nazionale della Lega Matteo Salvini in visita al cimitero dei Rotoli.

Secondo Gelarda e Caronia, con l'adeguamento del cimitero "si potranno ridurre le bare attualmente in deposito ed eliminare i due tendoni della vergogna. D'altra parte ci permetterà di avere nuovamente una camera mortuaria, un forno crematorio funzionante e la georeferenziazione delle salme, fondamentale non solo per evitare anomalie all'interno del cimitero ma anche per essere aggiornati in tempo reale su quella che è la situazione delle sepolture. Una cosa che andava fatta già 20 anni fa. Chiaramente - concludono - la vera battaglia è quella del nuovo cimitero, sulla quale la nuova amministrazione comunale dovrà immediatamente misurarsi. Lo abbiamo detto e lo ripetiamo non avremo pace fino a quando l'ultima di queste salme non avrà degna sepoltura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un campo d'inumazione da 200 posti e altre 600 sepolture: ecco i progetti per i Rotoli coi fondi statali

PalermoToday è in caricamento