Cronaca

Camporeale, passa un emendamento dell'opposizione: "Evitati prelievi ingiustificati sulla Tari"

La nota inviata dai consiglieri del gruppo "Tutti per camporeale con Montalbano Sindaco" al termine dell'ultima seduta del Consiglio comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il 31 maggio 2023, dopo 3 rinvii, sono state approvate le tariffe con relative rate della Tari. Sin da subito i Consiglieri di opposizione hanno evidenziato molte criticità in merito alla delibera evidenziando infatti che la stessa avrebbe penalizzato i cittadini e tutto l’intero tessuto produttivo Camporealese. Sono stati presentati diversi emendamenti dal gruppo consiliare "Tutti per Camporeale con Montalbano Sindaco" a favore dei cittadini e delle attività. La stessa delibera infatti prevedeva un aumento per il 2023 di 30 mila per tutte le attività del paese. Situazione analoga era stata messa in atto dall’Amministrazione Cino nel 2019, quando con il solo aumento di 2 punti percentuale sono stati prelevati dalle casse delle attività ben 45 mila euro. Anche in quella occasione le opposizioni erano insorte ma ci fu ben poco da fare e la delibera venne approvata.

Tornando ad oggi, possiamo affermare che i consiglieri di opposizione sono soddisfatti in parte per il traguardo raggiunto in quanto, con il loro emendamento, hanno fatto sì che si evitassero ancora prelievi a nostro parere "ingiustificati", alle attività della nostra Camporeale. Evitando così oltre che il danno, pari a 45 mila euro, anche la beffa, pari a 30 mila euro per il 2023. Così come proposto dall’attuale amministrazione Cino. Altro emendamento, purtroppo con esito negativo perché bocciato da tutti i consiglieri di maggioranza presenti (Giacone, Neglia, Ciaccio, Spera, Ferrarella, Pisciotta e Rizzuto) è stato proposto per aiutare le famiglie numerose in quanto con il nuovo calcolo della tassa sarebbero stati penalizzati. Volevamo infatti applicare una riduzione del 10%, ma purtroppo questo è stato respinto.

Poi, per supportare il sempre florido tessuto associativo di Camporeale, una delle risorse per questa comunità, abbiamo presentato un emendamento, per non far pagare la Tari nelle sedi operative delle Associazioni. Anche questo bocciato. "Complimenti cari colleghi della maggioranza, voi sì che ci tenete alle associazioni del nostro Paese. Negli anni ci siamo sentiti dire che non avrebbero messo le mani nelle tasche dei cittadini, ma adesso che succede? Forse perché le elezioni sono appena terminate e la prossima campagna elettorale è lontana. Quando si parla di tasse, l’amministrazione Cino, va dritta per la sua strada. Lo ha già dimostrato nel recente passato quando noi consiglieri di opposizione abbiamo chiesto di rottamare gli interessi delle cartelle comunali, ma loro hanno votato contro. Sindaco e Amministrazione dicono di essere dalla parte dei cittadini, ma allora non ci spieghiamo perché questa scelta così impopolare. Noi consiglieri dell'opposizione Almerico, Maggio, Montalbano e Vaccaro promettiamo a tutta la cittadinanza che faremo una battaglia politica affinché la tassa dei rifiuti venga diminuita per tutti. L'impegno dell'opposizione sarà sempre quello di garantire i cittadini di Camporeale, affinché le ingiustizie dettate da una cattiva amministrazione della cosa pubblica non ricadano su tutto il paese di Camporeale con un aumento ingiustificato delle tasse comunali, come quello della Tari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camporeale, passa un emendamento dell'opposizione: "Evitati prelievi ingiustificati sulla Tari"
PalermoToday è in caricamento