rotate-mobile
Cronaca Montepellegrino / Via dei Cantieri

Elezioni sindacali alla Fincantieri, il giudice sospende il voto: "Lista esclusa ingiustamente"

Accolto il ricorso urgente della Failms contro la decisione della commissione elettorale di non consentire ai candidati della sigla di partecipare alla consultazione per delle presunte anomalie formali. Il segretario provinciale facente funzione: "Forse ci considerano scomodi". L'udienza nei prossimi giorni

Mancava meno di un’ora alla chiusura delle urne quando un ufficiale giudiziario si è presentato nello stabilimento della Fincantieri e ha consegnato alla commissione elettorale un provvedimento del tribunale che ordinava l’immediata sospensione delle elezioni sindacali. Il giudice della quinta sezione civile del tribunale di Palermo, Rachele Monfredi, ha infatti accolto il ricorso urgente presentato dal sindacato Failms, tramite gli avvocati Giovanni Della Corte e Antonina Viola, per bloccare le votazioni dopo l’esclusione - a parere dei legali, illegittima - della lista. La prossima udienza si terrà a breve, ma fino ad allora la consultazione, che riguarda il collegio degli operai e quello del personale amministrativo, resterà congelata.

In vista delle chiamata alle urne per oltre 400 votanti, la commissione elettorale - composta dai rappresentanti delle varie sigle sindacali - aveva ammesso alla consultazione i candidati dei sindacati Fiom, Uilm, Fim e Ugl Metalmeccanici. Come indicato nel verbale, invece, la commissione aveva escluso la lista della Failms contestando la "non corretta e certa identificazione" dei lavoratori perché indicati tramite Cid (ovvero il codice identificativo dei dipendenti) e non tramite carta d’identità. Inoltre, si contestava che la documentazione non fosse stata firmata dalla Rsu in carica e la presunta anomalia secondo cui alcuni candidati della Failms fossero anche i presentatori della lista stessa. "Macché, la lista l’ho firmata io ed è stata inviata dalla segreteria", ribatte Formica.

urne elezioni fincantieri-2

"Ritengo che volessero escludere il nostro sindacato - spiega il commissario straordinario della Failms, Carmelo Formica - perché ritenuto scomodo. Pensiamo, come fatto presente nelle sedi opportune, che debba prevalere la volontà dei lavoratori in quanto elettori e dunque non sarebbe stato possibile buttarci fuori per qualche presunta anomalia formale e non sostanziale. Ci spiace inoltre constatare che, nelle more che il giudice si esprimesse, nessuno tra la Fincantieri in qualità di padrone di casa, la Sicindustria quale garante del rispetto del Testo unico del 2014, il capo del personale di Fincantieri e la commissione elettorale, si sia degnato di rispondere alle Pec inviate dai nostri avvocati".

Sui tre punti, come specificato nel ricorso, il commissario straordinario e gli avvocati hanno inoltre fatto presente che la Failms "non essendo firmataria del contratto collettivo nazionale del lavoro non è tenuta a osservare pedissequamente la modulistica utilizzato da Fiom, Uilm e Fim a cui fanno riferimento". Poi aggiunge: "Secondo la commissione la nostra sigla sindacale non avrebbe mai aderito a nessuna confederazione firmataria del Testo unico, ed è falso perché noi siamo confederati Consafi. Abbiamo ribadito che il nostro sindacato, che conta oltre 30 iscritti nello stabilimento Fincantieri di Palermo, ha stipulato il contratto di secondo livello e le norme sono chiarissime. Insomma, è tutto regolare. Restiamo cauti ma ci riteniamo soddisfatti della decisione del tribunale e per quanto ricordi è la prima volta che accade una cosa del genere a Palermo".

Le elezioni alla Fincantieri sono state quindi sospese sino alle prossime decisioni del giudice, secondo cui proseguire con le votazioni in questo momento avrebbe potuto pregiudicarne il regolare svolgimento. "Il lavoratore ha diritto - dichiara a PalermoToday il segretario nazionale Gabriele Bazzaro - e deve potere scegliere i propri rappresentanti, come previsto dal principio che si rifà all’articolo 39 della Costituzione. Non può una commissione elettorale decidere in autonomia come gestire le votazioni e purtroppo questa valutazione viene spesso fatta anche in altri contesti e altre aziende. Auspico che tutto ritorni nel solco della legalità e nel rispetto dei principi democratici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni sindacali alla Fincantieri, il giudice sospende il voto: "Lista esclusa ingiustamente"

PalermoToday è in caricamento