rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Elezioni comunali 2007, la sentenza del Tar: "Andavano ripetute"

Questa la sentenza del Tribunale amministrativo regionale di Palermo. I magistrati che si sono occupati del caso hanno parlato di motivi "gravissimi". Orlando: "Chiederò alla Procura di verificare eventuali responsabilità e reati non ancora prescritti"

Le elezioni a sindaco del 2007 andavano ripetute per motivi che gli stessi magistrati affermano essere "gravissimi". Lo ha stabilito una sentenza del Tar di Palermo sulle consultazioni che videro riconfermato il candidato Diego Cammarata. "Non posso che prendere atto - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - di una sentenza che si commenta da sola, tanto per il contenuto quanto per i tempi in cui si è concretizzata".

Dopo la pronuncia del Tar, il primo cittadino in carica chiederà al presidente del Consiglio ed al ministro della Giustizia di attivarsi per "per verificare eventuali responsabilità e storture legislative che hanno permesso un così incredibile e dannoso per i cittadini ritardo nell'emissione della sentenza, che arriva tardi, quando i danni per l'intera comunità cittadina sono gravissimi".

Quella del 2007, ha spiegato il Sindaco, era "una battaglia per Palermo, per la libertà del voto dei cittadini e per la difesa della democrazia in una terra in cui i procedimenti elettorali sono stati spesso condizionati dalla mafia". E lanciando l'accusa Orlando ha fatto sapere di volere trasmettere alla "Procura della Repubblica la sentenza e gli atti dell'intero procedimento affinché si verifichi se vi sono reati non ancora prescritti per i quali accertare e sanzionare eventuali responsabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali 2007, la sentenza del Tar: "Andavano ripetute"

PalermoToday è in caricamento