I professionisti contro Mafia e racket, già più di mille iscritti al comitato

In 1.043 finora hanno sottoscritto il manifesto di "Professionisti liberi", organizzzione fondata da Addiopizzo e Libero Futuro. Domani mattina saranno presentati al Teatro Biondo. Ecco tutti i nomi

I professionisti contro Mafia e racket

Saranno presentati domani a partire dalle 9,30 al Teatro Biondo i primi mille professionisti firmatari di un Manifesto impegnativo di lotta antimafia.
"Nel Manifesto, che pone la deontologia alla base dell’esercizio delle professioni - si legge nel comunicato diffuso da Addiopizzo - un decalogo prevede non si possa prestare nessuna forma di consulenza o attività professionale a chi è già condannato o anche solo imputato per mafia. L’associazione Professionisti Liberi nasce col sostegno di Addiopizzo e Libero Futuro, per continuare la lotta alla mafia comprendendo, dopo i commercianti ed i consumatori, coloro i quali esercitano professioni intellettuali. Il Manifesto vuole mettere insieme una rete di professionisti onesti, che con il loro impegno personale e la loro testimonianza, pretendono l’osservanza delle regole deontologiche da tutti gli iscritti agli ordini professionali, purtroppo spesso disattese da coloro che dovrebbero vigilare. Gli aderenti al comitato sostengono, inoltre, che la meritocrazia debba sempre essere al centro delle scelte pubbliche di selezione dei professionisti. La raccolta firme dei Professionisti Liberi continuerà in tutto il Paese, per raggiungere - conclude la nota - al più presto l'ambizioso traguardo delle 5.000 adesioni".

Ecco l'elenco completo delle adesioni

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento