Cronaca Via Paolo Gili

Insegnanti, genitori e studenti a confronto su come "Educare alle differenze"

L'evento sarà ospitato ai Cantieri culturali della Zisa ed è promosso da Scosse, Stonewall, progetto Alice e da oltre 250 associazioni del territorio nazionale tra cui famiglie Arcobaleno, Arcigay Palermo e Giacinto Festival

Foto dalla pagina Fb Educarealledifferenze

Sabato 29 e domenica 30 settembre 2018 Palermo ospita “Educare alle Differenze”: ai Cantieri culturali alla Zisa si svolgerà l’incontro nazionale che dal 2014 coinvolge migliaia di insegnanti, educatrici ed educatori, genitori e studenti, professionisti e professioniste dell'educazione.

Nell'anno in cui è capitale italiana della cultura, Palermo è stata scelta per la quinta edizione della manifestazione promossa da Scosse, Stonewall e dal Progetto Alice con oltre 250 associazioni del territorio nazionale tra cui famiglie Arcobaleno, Arcigay Palermo e Giacinto Festival, dedicata alle differenze, da vivere nella scuola come risorsa e opportunità e non come minaccia e pregiudizio. La due giorni ospiterà discussioni in plenaria e workshop formativi suddivisi in tavoli tematici a partire dagli interventi selezionati con una call pubblica (che sarà aperta nelle prossime settimane) a cui potranno partecipare scuole, associazioni e singoli formatori e formatrici.

Tra incontri, laboratori, dibattiti, proiezioni e approfondimenti, per due giorni verranno affrontati temi come la prevenzione della violenza maschile sulle donne, le discriminazioni, l'omofobia e i bullismi, l'inclusione e l'accoglienza, il contrasto agli stereotipi di genere e la lotta a ogni tipo di esclusione, l'educazione sentimentale.

L'incontro di lunedì 19 febbraio tra una delegazione della rete nazionale "Educare alle differenze" e il sindaco Leoluca Orlando a Palazzo delle Aquile è stato il primo passo di un percorso che condurrà alla manifestazione: “Educare alle differenze – ha detto Orlando – esprime al meglio i valori della nostra città e di Palermo Capitale della cultura: una cultura che si fonda sulle differenze, intese come ricchezza e come opportunità, infatti possiamo dire che Palermo è la capitale delle culture, al plurale”.

“Per la prima volta – dichiara Monica Pasquino, presidente dell’associazione nazionale Educare alle differenze – il nostro meeting annuale approda in una grande città del meridione, a dimostrazione dell’allargamento della nostra rete sul territorio nazionale e con l’intento di dare spazio e valorizzare le buone pratiche e le esperienze educative di un Sud Italia, dove la necessità di un investimento sulla scuola pubblica è sempre più forte. Il positivo riscontro che stiamo avendo dall’Amministrazione comunale è molto significativo, soprattutto oggi in cui ritorna l’oscurantismo e il fascismo istituzionale, basti pensare al recente caso del Veneto in materia di asili nido”.

Per altre informazioni è online la pagina www.scosse.org/educare-alle-differenze-eventi. Pagina Facebook https://www.facebook.com/educarealledifferenze/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegnanti, genitori e studenti a confronto su come "Educare alle differenze"

PalermoToday è in caricamento