Edilizia scolastica, Cisl: "Subito i lavori di messa in sicurezza delle scuole del territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"L'obiettivo è vincere la corsa contro il tempo e assicurare ai ragazzi dei locali sicuri il prima possibile, e su fronte purtroppo siamo in netto ritardo nelle scuole del territorio di Palermo. Bisogna avviare subito i lavori di messa in sicurezza degli istituti. Mancano le aule e ancora poco è stato fatto per adeguarle, serve quindi ancora di più un’azione forte e un progetto organico per la sistemazione degli edifici già esistenti”.

Lo dicono, in una nota congiunta, il segretario generale della Cisl Palermo Trapani, Leonardo La Piana, il segretario dell Filca Cisl Palermo Trapani, Francesco Danese, il segretario generale Fp Cisl, Lorenzo Geraci e il segretario Generale Cisl Scuola, Vito Cassata. “Utilizzare le possibili sinergie - continua la nota - per trovare locali sicuri e idonei come quelli dei beni confiscati alla mafia può essere un’utile e valida idea solo se si tratta però di strutture già agibili e non fatiscenti o che richiedono comunque anche una manutenzione minima. Il tempo è strettissimo, bisogna provvedere alla messa in sicurezza delle strutture per assicurare un ritorno in sicurezza e tranquillità agli studenti e a tutto il personale scolastico. Denunciamo già da luglio - conclude la nota - tutta un’altra serie di incongruenze davanti alle quali non c’è stata nessuna risposta e ci auguriamo che le prefetture possano convocare le organizzazioni sindacali per ascoltare anche il parere di chi la scuola la fa e la vive". 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento