menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C'erano una volta le edicole a Palermo: "Almeno 38 quelle dismesse"

E' il riscontro ad un atto ispettivo avanzato dal consigliere di Sinistra Comune Marcello Susinno: "Ma sicuramente saranno di più perché dall’elenco fornito dal Suap non figurano quelle antiche e quelle abbandonate". La proposta: "Riassegnare i siti liberi, potrebbero ottenersi 100 posti di lavoro"

"Almeno 38 sono le edicole dismesse accertate a Palermo, ma sicuramente saranno di più perché dall’elenco fornito dal Suap non figurano, dal supporto telematico, le edicole molto antiche e quelle abbandonate i cui titolari non hanno comunicato la cessazione dell’attività". E' il riscontro ad un atto ispettivo avanzato dal consigliere di Sinistra Comune Marcello Susinno.

"In passato - dice Susinno - le edicole hanno avuto un ruolo importante, soprattutto quella di via Leonardo da Vinci dismessa da anni, ed ora c'è da capire se vi è l'interesse a mantenere in vita una rete di vendita o mandare le edicole alla estinzione definitiva. Basta farsi un giro in città - aggiunge – per rendersi conto di ciò che i numeri hanno confermano rispetto ad un sistema in crisi dove in tanti spesso “gettano la spugna” lasciando in loco il manufatto, anche perché gli inviti alla rimozione cadono nel vuoto atteso che da parte dell’amministrazione risulta complicato intervenire. Nell’atto ispettivo si rileva l’elenco impietoso dell’edicole dismesse “nell’ottica di una possibile futura riassegnazione dei siti liberi”.

"Potrebbero ottenersi almeno 100 posti di lavoro – continua Susinno - ma occorre adeguare le edicole ai tempi che cambiano senza snaturare la loro identità; a Milano ad esempio si è deciso di voltare pagina proponendo in quei chioschi recuperati non solo giornali, ma anche prodotti alimentari, parafarmacia deodoranti doccia schiuma e tanto altro, praticamente come una mini bottega. Un rilancio vero e proprio a fronte delle tante edicole tradizionali in crisi e che pian piano chiudevano i battenti, soprattutto nei quartieri periferici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento