menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecomostro di Sferracavallo, un caso lungo 30 anni: presentato esposto in Procura

La deputata del Movimento Cinque Stelle, Claudia La Rocca: “Ci sono altri interessi dietro questa struttura? La magistratura faccia chiarezza"

Resta un rebus la vicenda dell'ecomostro di Sferracavallo, "abbandonato da circa 30 anni". Negli anni sono seguite denunce mediatiche, interrogazioni parlamentari, audizioni e tavoli tecnici. L’ultimo di questi incontri proprio nei mesi scorsi, quando le autorità competenti presero l’impegno di abbattere una volta per tutte l’ecomostro di Sferracavallo. La deputata del Movimento 5 Stelle Claudia La Rocca adesso presenta un esposto presso la Procura della Repubblica. “Dalla risposta alla richiesta di accesso agli atti - spiega La Rocca - che è pervenuta da parte del Genio Civile a seguito del sopralluogo avvenuto lo scorso febbraio (come previsto dal tavolo tecnico che si è tenuto in assessorato Ambiente e Territorio lo scorso gennaio, sotto nostra spinta, fra le parti interessate), è emersa chiaramente la pericolosità della struttura per incolumità pubblica e la necessità di immediati interventi, visto il futuro 'inevitabile collasso strutturale'. Continui, invece, i rimpalli da parte dell'assessore Croce e di questo governo nel proseguire con quanto previsto dal suddetto tavolo, cioè l'abbattimento dell'ecomostro”. 

 
“Qualcuno si deve prendere la responsabilità di quello che non si sta facendo – afferma la parlamentare La Rocca - e che si sarebbe dovuto fare da ben 30 anni. Ricordo ancora una volta che i bambini continuano ad entrare impropriamente nella struttura pericolante nonostante le recinzioni. La struttura è uno scempio dal punto di vista paesaggistico e le volontà dei cittadini della borgata marinara sono chiare da anni: abbattete l'ecomostro. Sono stanca di inseguire la sorda amministrazione regionale che non fa altro che prendere tempo, per motivi a me ancora poco chiari. Ci sono altri interessi dietro questa struttura? Mi auguro che la magistratura faccia chiarezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento