rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Nascondeva due chili di eroina e cocaina in un borsone, il giudice lo scarcera

Il gip ha concesso gli arresti domiciliari a un ventenne arrestato qualche giorno fa in viale Regione Siciliana. All'arrivo dei carabinieri aveva lanciato la droga da una finestra. In manette era finito anche suo padre, per furto di corrente: dopo la convalida è tornato libero

Si sarebbe sbarazzato di un borsone con due chili di droga, gettandolo da una finestra, proprio mentre i carabinieri stavano bussando alla sua porta per un controllo. Per questo Filippo Salvatore Cocuzza, 20 anni, era stato arrestato qualche giorno fa e nei guai era finito anche suo padre, Vincenzo Cocuzza, per furto di energia elettrica. Adesso il gip Maria Cristina Sala, accogliendo le richieste dell'avvocato Claudia Gasperi, ha deciso di concedere gli arresti domiciliari al giovane e di rimettere in libertà il genitore.

I militari nel borsone di cui si sarebbe disfatto il ventenne avevano trovato cocaina, eroina, metadone e marijuana. Altra droga sarebbe stata scoperta nell'abitazione degli indagati, in viale Regione Siciliana. Secondo gli investigatori, i due chili di sostanze stupefacenti, una volta smerciati, avrebbero potuto fruttare oltre 40 mila euro. Durante i controlli sarebbe poi emerso che nella casa vi sarebbe stato un allaccio abusivo alla rete elettrica, da qui l'arresto per il padre del giovane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva due chili di eroina e cocaina in un borsone, il giudice lo scarcera

PalermoToday è in caricamento