rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Sperone / Viale Giuseppe Di Vittorio, 11

Smantellata piazza di spaccio allo Sperone, 6 arresti: giro d'affari da 5 mila euro al giorno

Decisive le telecamere della polizia: nascondigli per la droga ricavati sui tetti degli esercizi commerciali, in cavità naturali del terreno o addirittura calati dagli appartamenti attraverso i tradizionali panieri

Sei arresti, sequestri di droga a gogò, un giro d'affari di cinque mila euro al giorno. C'è tutto questo nel blitz messo a segno la scorsa notte dalla polizia allo Sperone. Un duro colpo a quella che viene considerata una delle più fiorenti piazze di spaccio dell'intera provincia di Palermo.

Spaccio allo Sperone, le immagini | Video

Il cuore delle operazioni in via Di Vittorio. "Una strada - hanno spiegato dalla questura - che rappresenta un assoluto punto di riferimento perché luogo di rifornimento instantaneo per assuntori e clienti provenienti da altri quartieri cittadini o dalla parte orientale della provincia palermitana che riescono a procurarsi la droga con rapidi blitz allo Sperone, giungendo alle porte del capoluogo senza lunghe e pericolose soste nel suo tessuto metropolitano".

I destinatari della misura cautelare sono tutti palermitani residenti allo Sperone. In carcere finiscono: Pietro Argeri, di 31 anni, Giacomo Cannizzaro (30), Gaetano Ingrassia (31) Vincenzo Marino (25). Vanno invece ai domiciliari Sebastiano Chiappara (23 anni) e Lorenzo Testa (31).

I poliziotti hanno calcolato un approssimativo giro d’affari, giornaliero, legato a questa piazza di spaccio di cinque mila euro. "L’epicentro della instancabile attività di spaccio è stato registrato nei pressi di un noto bar dello Sperone - spiegano dalla questura -. Qui le telecamere della polizia hanno registrato l’attitudine dei malviventi a muoversi nel contesto di un ambiente a loro certamente non ostile con nascondigli per la droga ricavati sui tetti degli esercizi commerciali, in cavità naturali del terreno o addirittura calati dagli appartamenti attraverso tradizionali panieri, trasformati in contenitori di droga".

Sulla vicenda è intervenuto anche Leoluca Orlando: "Esprimo apprezzamento e un sentito ringraziamento agli inquirenti e alla polizia per l'importante operazione che ha permesso di smantellare una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere Sperone. Sottrarre alla criminalità porzioni di territorio per le proprie attività illecite costituisce un passo fondamentale per continuare il percorso di cambiamento della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smantellata piazza di spaccio allo Sperone, 6 arresti: giro d'affari da 5 mila euro al giorno

PalermoToday è in caricamento