menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo della piantagione a Carini

Il luogo della piantagione a Carini

Droga, scoperta maxi piantagione Scattate cinque denunce

I 500 alberi di canapa indiana erano coltivati da un'intera famiglia a Carini in Contrada San Nicola. Le piante erano alte dai 3 metri ai 3 metri e mezzo disposti su 11 filari

I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Carini hanno scoperto una maxi piantagione di canapa indiana di circa 500 alberi, abilmente occultata tra la fitta macchia mediterranea di boscaglia e gli alberi di ulivo. Il terreno, che si trova in Contrada San Nicola, era coltivato con molta cura e precisione e irrigato attraverso un'estesa rete di canalette. Già da qualche settimana, i militari della locale Compagnia sono impegnati a controllare quella zona, un'estesa vallata ai piedi di Carini caratterizzata da vasti terreni particolarmente fertili, dove vengono piantati perlopiù ulivi ed agrumi. Gli alberi di "cannabis indica" erano alti dai 3 metri ai 3 metri e mezzo disposti su 11 filari, circondati da un'altra recinzione alta  60 centimetri per evitare l'ingresso degli animali.

Un 30enne di Carini, con precedenti per coltivazione di canapa indiana, già arrestato nel 2002, è stato denunciato a piede libero. In mattinata la coltivazione è stata sottoposta a campionatura dai militari del Lass del Comando Provinciale di Palermo ed estirpata. Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un analogo servizio di controllo effettuato in zona Ciaculli, i carabinieri della Stazione Palermo Oreto hanno denunciato in stato di libertà un'intera famiglia palermitana, composta dai coniugi 50enni ed i due figli rispettivamente 25enne e 21enne. I carabinieri hanno scoperto la famiglia intenta a curare alcune piante di marijuana, coltivate nel giardino di pertinenza della loro abitazione, ancora prive delle inflorescenze, ben occultate tra l'altra vegetazione che fungeva da siepe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento