menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Caleca

Giuseppe Caleca

Operazione antidroga, palermitano sfugge all'arresto e poi si consegna ai carabinieri

Giuseppe Caleca si era reso irreperibile nonostante fosse ricercato per l'operazione "Doppia Sponda", condotta dai carabinieri messinesi. Sentendosi braccato, si è presentato in carcere senza più opporre resistenza

Da Gioia Tauro fino alle piazze siciliane. Si è consegnato alla giustizia Giuseppe Caleca, palermitano di 29 anni. Si era reso irreperibile nonostante fosse ricercato per l’operazione antidroga denominata “Doppia Sponda”. Sentendosi braccato dai carabinieri il palermitano si è presentato in carcere senza più opporre resistenza. L’accusa, per lui, è associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi da fuoco.

L’operazione Doppia Sponda, scattata giovedì e condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo, ha portato all’arresto di 19 persone. Un intreccio tra criminalità messinese, catanese e calabra, quello scoperto dagli inquirenti, che faceva “viaggiare” grandi quantitativi di droga da smerciare poi nelle piazze peloritane. Caleca, accompagnato dai suoi difensori, gli avvocati Salvatore Silvestro e Massimo Marchese, si è subito sottoposto a interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari Salvatore Mastroeni, rispondendo alle domande di quest'ultimo e provando a chiarire alcuni aspetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento