menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto archivio)

(Foto archivio)

"Nascondeva 50 chili di droga in un magazzino dell'ospedale dei Bambini": condannato

L'imputato era stato arrestato a dicembre. La polizia lo aveva notato mentre scaricava due scatoloni con mezzo quintale di hashish in un deposito in uso ad una società che ha in appalto alcuni servizi. Il giudice gli ha inflitto 6 anni e 8 mesi, riconoscendo l'aggravante dell'ingente quantità

Era stato beccato mentre scaricava alcuni scatoloni con mezzo quintale di hashish in un magazzino dell'ospedale dei Bambini e adesso per Maurizio Caiolo, 50 anni, è arrivata la condanna: il gup Walter Turturici gli ha infatti inflitton 6 anni e 8 mesi di carcere, riconoscendo l'aggravante dell'ingente quantità, al termine del processo che si è svolto con il rito abbreviato.

L'imputato, come aveva anticipato PalermoToday, era stato arrestato a metà dello scorso dicembre dai Falchi della squadra mobile. I poliziotti, coordinati dal procuratore aggiunto Ennio Petrigni e dal sostituto Vittorio Coppola, avevano notato l'uomo a pochi passi dal Di Cristina (che è estraneo alla vicenda), mentre scaricava dalla sua macchina due grossi scatoli. Lo avevano seguito e lo avevano bloccato in un magazzino che si trova nell'ospedale ma che è in uso ad una società che ha in appalto alcuni servizi nella struttura sanitaria. All'interno dei pacchi era stato così ritrovato il carico di "fumo" dal valore di almeno mezzo milione di euro.

L'imputato non aveva negato le sue responsabilità ed era finito in carcere. Poi - anche al fine di ottenere un sconto di un terzo della pena - ha scelto di essere processato con l'abbreviato. E oggi è arrivata la condanna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento