Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Coltiva marijuana in casa, arrivano i carabinieri e getta droga nel water: arrestato

Operazione dei militari del Nucleo Radiomobile: in manette un ragazzo di 21 anni. Nella sua abitazione di Misilmeri nascondeva 2.300 euro in banconote di vario taglio

La droga e le banconote sequestrate

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Con questa accusa i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, a seguito di un servizio di osservazione e pedinamento, hanno perquisito l’abitazione di un 21enne di Misilmeri (C.S. le sue iniziali). I militari hanno scovato all’interno della villetta i resti di una piantagione di marijuana che comprendeva 20 vasi in plastica e arbusti già raccolti, e 580 grammi della stessa sostanza, in fase di essiccazione, in un locale appositamente utilizzato.

Inoltre è stata rinvenuta una considerevole somma in denaro, che ammontava a 2.300 euro in banconote di vario taglio. "La somma - dicono i carabinieri - è ritenuta provento dell’attività illecita di spaccio. Durante l’operazione dei militari dell'Arma il giovane ha cercato di disfarsi della sostanza stupefacente, buttandola nel water di casa, ma è stato prontamente bloccato e arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio".

Giudicato con rito direttissimo, dopo la convalida dell’arresto, per il giovane 21enne è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Misilmeri. Quindi è stato rimesso in libertà. "Le operazioni - hanno concluso i carabinieri - sono state effettuate nell'ambito dei controlli mirati alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltiva marijuana in casa, arrivano i carabinieri e getta droga nel water: arrestato

PalermoToday è in caricamento