Cronaca

Spaccio di droga, ridotta condanna all’attore Francesco Casisa

Il palermitano dovrà scontare due anni di reclusione (in primo grado aveva avuto 4 anni e 4 mesi). Era finito nei guai nel 2012 nell'ambito di un'operazione antidroga

E' stata ridotta la condanna inflitta in primo grado all'attore palermitano l'attore palermitano Francesco Casisa. Casisa, 28 anni, era finito nei guai nel 2012 nell'ambito dell'operazione antidroga “Bronx 2” dei carabinieri di Castelvetrano che nel 2012 arrestarono dieci persone con l'accusa di spacciare cocaina e hashish in vari centri della Valle del Belice. La quarta sezione della corte d'appello di Palermo adesso lo ha condannato a due anni di reclusione mentre in primo grado aveva avuto 4 anni e 4 mesi. L'attore era considerato il "fornitore" di spacciatori di droga (cocaina e hashish) ma a suo carico è rimasto solo un episodio, essendo stato assolto per gli altri. 

Casisa ha esordito con "Respiro" di Emanuele Crialese ed è apparso nelle fiction televisive "Paolo Borsellino", "Il capo dei capi" e "La siciliana ribelle", dedicato alla vita di Rita Atria. Non si tratta della prima grana con la giustizia. Nel 2004 fu denunciato per una rapina, mentre nel 2008 fu arrestato perché sorpreso con mezzo chilo di hashish e alcuni grammi di cocaina nella sua abitazione di Isola delle Femmine. Nel processo per direttissima, fu poi condannato all'obbligo di firma e di dimora

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, ridotta condanna all’attore Francesco Casisa

PalermoToday è in caricamento