Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Partinico

Trovate 100 piante di canapa a casa di un insospettabile: sul mercato valevano 100 mila euro

La guardia di finanza ha arrestato un anziano incensurato, a Partinico, con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. Anche la moglie è stata deferita

Circa cento piante di canapa indiana sono state trovate in un'abitazione di un anziano incensurato ed è subito scattato l'arresto da parte dei finanzieri di Partinico. Le Fiamme Gialle hanno perquisito un immobile e l'area rurale attorno all'edificio principale, scoprendo così una serra, adibita alla coltivazione di circa 100 piante di canapa indiana adulte, in stato vegetativo e di altezza di circa un metro e 70 centimetri.

"La struttura, costruita in maniera abbastanza rudimentale, era ben nascosta dalla vegetazione che ne rendeva impossibile l'individuazione da una prospettiva esterna nonché da eventuali ricognizioni aree", spiegano dalla guardia di finanza. Le Fiamme Gialle hanno notato all'interno della serra la presenza di fili elettrici, parte dei quali erano stati interrati. Insospettiti dal collegamento dei fili ad un traliccio dell'Enel, distante dal contatore, hanno attivato una squadra di tecnici per i controlli. E' stato accertato che sia la piantagione, che l'abitazione, risultavano allacciati abusivamente all'impianto pubblico dell'Enel.

La piantagione, una volta portata a termine, piazzata sul mercato, avrebbe fruttato all'incirca 100 mila euro. Il proprietario dell'immobile è finito ai domiciliari, con l'accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ed inoltre di furto aggravato di energia elettrica. Anche la moglie è stata deferita "per il concorso nel reato di furto aggravato di energia elettrica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovate 100 piante di canapa a casa di un insospettabile: sul mercato valevano 100 mila euro

PalermoToday è in caricamento