rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Oreto-Stazione / Via Antonio Marinuzzi

Nascondeva in casa marijuana, serpenti e un machete: pena ridotta in appello

Nell'abitazione di via Marinuzzi, vicino alla Stazione, i carabinieri scovarono anche una spada giapponese e un allaccio abusivo alla rete elettrica. Per un uomo originario di Cuba, Guliermo Garcia Granado, la condanna è passata da tre anni a due anni e mezzo

Nella sua casa di via Marinuzzi, vicino alla Stazione, a settembre i carabinieri avevano ritorvato oltre un chilo di marijuana, 16 piantine, un machete, una balestra e una katana (un tipo di spada giapponese), 400 euro, un bilancino di precisione, ma anche un pitone reale e un boa constrictor. A Guliermo Garcia Granado, un cubano di 46 anni, adesso la quarta sezione della Corte d'Appello ha deciso di concedere uno sconto di pena, riducendo a due anni e mezzo la condanna a tre anni che gli era stata inflitta in primo grado con il rito abbreviato.

serpente-3I giudici hanno in parte accolto le richieste dell'avvocato Alessandro Musso che difende l'imputato, finito in carcere il 19 settembre per detenzione abusiva di armi bianche, coltivazione illecita di sostanza stupefacente, detenzione illegale di specie animali protette e pure per furto aggravato perché la sua abitazione era allacciata abusivamente alla rete elettrica. Dopo otto mesi trascorsi in carcere, Garcia Granado ha ottenuto i domiciliari.

L'uomo, dopo essere stato condotto in caserma, aveva anche tentato di fuggire. Poi era stato portato al Pagliarelli. Successivamente ha scelto di essere processato con il rito alternativo, in modo da ottenere una riduzione di un terzo della pena in caso di condanna. L'iter giudiziario è stato molto veloce e oggi è arrivata anche la sentenza d'appello.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva in casa marijuana, serpenti e un machete: pena ridotta in appello

PalermoToday è in caricamento