Cronaca

Drive in alla Casa del Sole: nonno di San Martino delle Scale il primo over 80 vaccinato

Si è presentato alle 8, all’apertura, accompagnato dal genero ed ha ricevuto una dose del siero Pfizer rimanendo sempre seduto a bordo dell’auto. L’iniziativa, voluta dalla direzione generale dell’Asp, andrà avanti fino a domani. Non serve la prenotazione

Giuseppe, pensionato “dell’acquedotto”, residente a San Martino delle Scale, è il primo over 80 ad aver ricevuto il vaccino nel corso del primo drive in, organizzato alla Casa del Sole per dare un'accelerata alla lotta anti Covid. Si è presentato alle 8, all’apertura dei cancelli, accompagnato dal genero, Giovanni. Aiutato dal personale dedicato all’accoglienza ha compilato i moduli e risposto alle domande dei medici per l’anamnesi. Poi, rimanendo sempre seduto a bordo dell’auto, ha ricevuto una dose del siero Pfizer. “Ancora non avevo prenotato la vaccinazione – racconta – mio genero ha letto dell’iniziativa del Drive in sul sito dell’Asp e abbiamo sfruttato l’opportunità per vaccinarmi”.

Stesso percorso anche per una coppia di anziani, lui 94 anni e lei 88, accompagnati dal figlio.Dopo la somministrazione della dose, gli utenti, rimanendo sempre a bordo dell’auto, hanno atteso in un’area dedicata che passasse il tempo di osservazione di 15-20 minuti. Poi hanno ricevuto il certificato con la data della seconda somministrazione e sono andati via. L’organizzazione, voluta dalla direzione generale dell’Asp, sarà attiva fino alle 20 di oggi e domani (domenica 25 aprile) dalle 8 alle 20. Per essere vaccinati gli over 80 (compresa l’intera classe di nascita 1941) dovranno presentarsi muniti di tessera sanitaria e documento di riconoscimento per ricevere la prima dose del vaccino. Il personale dedicato all’accoglienza distribuisce i moduli da compilare che volendo si possono anche scaricare dal sito dell’Asp.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drive in alla Casa del Sole: nonno di San Martino delle Scale il primo over 80 vaccinato

PalermoToday è in caricamento