Cronaca

Donne vittime di violenza, Giulia Bongiorno replica a Selvaggia Lucarelli: "Ti querelo"

La giornalista aveva sollevato dubbi circa la onlus fondata dall'avvocatessa palermitana e da Michelle Hunziker in sostegno delle donne vittime di violenza

Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno

"Abbiamo deciso di presentare querela e porteremo come testimoni tutte le donne che abbiamo aiutato in questi anni e che stiamo aiutando in queste ore". Così Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno replicano a Selvaggia Lucarelli, che nell'ultimo articolo pubblicato su 'Il Fatto Quotidiano" solleva dubbi circa "Doppia Difesa", onlus fondata dalla showgirl e dall'avvocato in sostegno delle donne vittime di violenza. "Dubbi che ci sia molto fumo e poco arrosto", spiega la giornalista. 

Hunziker e Bongiorno affidano la loro replica ai rispettivi profili social. "Da dieci anni combattiamo contro la violenza sulle donne attraverso un’attività di sostegno alle vittime (consulenza legale e psicologica, assistenza legale e psicologica, comunicazione) - si legge - Crediamo così intensamente in questa battaglia da aver anche finanziato personalmente la fondazione Doppia Difesa Onlus, da noi creata nel 2007. L’attacco sulle pagine del “Il Fatto Quotidiano” è gravissimo perché fornisce informazioni false che potrebbero scoraggiare altre vittime di violenza dal rivolgersi alla nostra fondazione. Abbiamo pertanto deciso di presentare querela e porteremo come testimoni tutte le donne che abbiamo aiutato in questi anni e che stiamo aiutando in queste ore". 

Hunziker-Bongiorno, la Lucarelli le prende in castagna: "A Doppia Difesa nessuno risponde alle donne che denunciano"
Queste le parole della Lucarelli: "Ho chiamato un avvocato che lavora per l'associazione, le ho chiesto se avesse fornito assistenza legale a qualche donna passata attraverso Doppia Difesa nell'ultimo anno, mi ha risposto 'Non posso parlare dell'attività dell'associazione senza consultare la Bongiorno. Comunque tra qualche ora le invierò dei dati'. Mai pervenuti. Eppure era una domanda semplice. Se raccogli dei fondi e fai spot in tv, un po' di trasparenza non guasterebbe". E ancora: "Ai numeri indicati sul sito per denunciare non risponde nessuno, mai, in nessun orario, nessun giorno della settimana. Alle mail indicate dal sito e dalla segreteria telefonica non risponde nessuno. Abbiamo mandato mail io e mie amiche in vari giorni della settimana, nulla. La pagina fb dell'associazione è morente, ci sono solo spot patinati delle due fondatrici, raccolte fondi e molte proteste nei commenti della serie 'Non rispondete alle mail, i numeri non funzionano'. Verificate pure".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne vittime di violenza, Giulia Bongiorno replica a Selvaggia Lucarelli: "Ti querelo"

PalermoToday è in caricamento