Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

“I Saperi per l’Inclusione”: sessioni di formazione civica per le donne migranti

Il progetto, promosso dalla Scuola di Lingua Italiana per Stranieri, si propone di contribuire all’acquisizione da parte delle donne migranti di "saperi" che migliorino la loro vita nel nostro Paese contribuendo a “includerle” nel tessuto sociale in cui vivono

Il 12 e il 17 febbraio, nell’ambito delle Sessioni di educazione civica del progetto “I Saperi per l’Inclusione”, si sono svolti, nell’Aula Magna della Scuola di italiano per stranieri, due incontri tematici riguardanti rispettivamente il Servizio Sanitario Pubblico e il Sistema dei servizi sociali del Comune.

Il progetto, promosso dalla Scuola di Lingua Italiana per Stranieri (Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo) in partenariato con diverse associazioni e istituzioni cittadine e cofinanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini dei paesi terzi (FEI), si propone, come efficacemente espresso nel suo titolo, di contribuire all’acquisizione da parte delle donne migranti di “saperi” che facilitino e migliorino la loro vita nel nostro paese contribuendo a “includerle” nel tessuto sociale in cui vivono (conoscenza della lingua italiana, delle istituzioni e del funzionamento dei servizi, delle regole del lavoro), senza per questo rinunciare alle loro radici culturali.

In questa logica, i Corsi di Educazione Civica curati dall’associazione Incontrosenso prevedono, oltre alle lezioni teoriche, incontri con esponenti delle Istituzioni che possano interagire direttamente con le beneficiarie del progetto ascoltando le loro voci ed esigenze e dando indicazioni utili alla loro spesso difficile vita quotidiana.

I due incontri tematici con la dott.ssa Ornella Dino, responsabile Unità Operativa Promozione Salute Immigrati Asp 6 di Palermo e la dott.ssa Laura Purpura dell’ufficio Nomadi e Immigrati del Comune di Palermo si sono dunque realizzati secondo questa logica ed hanno registrato entrambi il forte interesse delle donne coinvolte nel progetto. Prova ne sia che, in entrambi i casi, lo spazio dedicato alla discussione e alle domande, successivo all’esposizione del funzionamento e delle modalità di accesso al Servizio Sanitario Nazionale e ai Servizi Sociali del Comune, è stato lungo ed intenso.

Al termine di ogni incontro, i funzionari coinvolti hanno distribuito mappe dei servizi ed opuscoli informativi sugli argomenti affrontati in diverse lingue. Il corso di Educazione Civica (che prevede cinque incontri teorici di 2 ore ciascuno ed altrettanti incontri con esponenti delle istituzioni e/o del mondo dell’associazionismo) vedrà altre due edizioni ad aprile e maggio per gruppi di massimo 30 donne migranti adulte (per info ed iscrizioni contattare la Scuola di Lingua Italiana per Stranieri).

Il progetto “I saperi per l’inclusione” viene realizzato in partenariato con le associazioni Pellegrino della terra Onlus, Incontrosenso, Casa di tutte le genti e Kappaelle Comunicazione & Eventi e in collaborazione con il Comune di Palermo (Assessorato alla cittadinanza sociale e Assessorato alla scuola), l’Associazione Le Balate e gli istituti Perez/Calcutta e La Masa/Federico II.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“I Saperi per l’Inclusione”: sessioni di formazione civica per le donne migranti

PalermoToday è in caricamento