"Dammi i soldi": la bocca tappata e la rapina nel pianerottolo dopo il prelievo alle Poste, due arresti

La violenta aggressione è avvenuta a Brancaccio. La vittima è una donna di 30 anni: la polizia, a distanza di sette mesi, ha identificato due palermitani: "Hanno seguito attentamente la loro preda dall'ufficio di via Ferrari Orsi e poi sono entrati in azione"

La polizia davanti alle Poste

L'avevano seguita dopo un prelievo alle Poste, per poi raggiungerla nel pianerottolo di casa e rapinarla con violenza. A distanza di sette mesi la polizia ha arrestato due palermitani di Brancaccio, Benedetto Basile, 31enne pregiudicato e Davide Kevin Mattiolo, 20enne, nei cui confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare che prevede per il primo, la restrizione in carcere e per il secondo, la custodia domiciliare. A far luce sull’episodio sono stati i “Falchi” della sezione contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile

I fatti risalgono alla mattina dello scorso 23 luglio. Ecco come sono andate le cose: dopo essersi intrattenuta all’interno dell’ufficio postale di via Ferrari Orsi, una palermitana di 30 anni si è diretta verso casa, un appartamento di Brancaccio. "Giunta al quarto piano dello stabile - spiegano dalla questura - la donna è stata sorpresa ed aggredita da un malvivente che dopo averle tappato la bocca le ha strappato la borsa contenente 350 euro, soldi appena prelevati alle Poste. Pur di raggiungere il suo 'scopo' il malvivente, aiutato da un complice con funzioni di guardaspalle, anche lui presente sulle scale del condominio, ha scaraventato senza alcuno scrupolo la donna per le scale per poi fuggire velocemente insieme al complice".

I poliziotti della Mobile attraverso meticolose indagini, che nulla hanno lasciato al caso, sono riusciti a identificare i due responsabili dell'aggressione. "E' stata ricostruita fedelmente la fase preparatoria all’interno dell’ufficio postale - dicono dalla questura -. La vittima mentre era nella filiale è stata scrutata con insistenza da Mattiolo che ha deciso di seguire la sua 'preda' fuori dall’ufficio dove si è poi 'ricongiunto' a Basile che lo aspettava in sella a uno scooter. Entrambi poi hanno seguito la vittima fino all’edificio in cui abitava, entrando dopo di lei. A distanza di qualche secondo hanno quindi deciso di entrare in azione per portare a termine il loro piano".

I due palermitani oggi sono stati raggiunti dal provvedimento cautelare che è stato eseguito dai poliziotti della Squadra mobile. Nei confronti di Mattiolo è stata disposta la misura meno "pesante", in quanto a suo carico non sono risultati precedenti penali.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Inetti.

  • Nerbate ci vogliono!

  • I due galantuomini in questione pur risultando nullatenenti devono risarcire la donna. come? sequestro dei beni di qualsiasi genere. hanno guadagnato 350?! devono restituire 3500. semplice. così alla prossima rapina sapranno bene farsi due conti.

  • Incensurato per caso, adesso che ti hanno incrastato hai tutta una carriera da galeotto davanti. Kevin, un nome che qualifica il soggetto figlio di genitori telenovelas-dipendenti ed una sottocultura da fare invidia a Paperino.

  • come sempre arresti domiciliari viva la legge italiana

  • 2 conigli, che cm preda scelgono ragazze e persone anziane, indegni!!!

  • David Kevin? Potevano chiamarlo Pezzo di M... sarebbe stato meno raffinato ma più adatto al personaggio. Vigliacco lui e grandi i poliziotti della Mobile, divensori dei palermitani onesti.

  • Speriamo che non lo realizzino distruggerebbero definitivamente il quartiere

  • Bella giustizia!!!bell esempio!!! 

  • Pezzi di m.....

Notizie di oggi

  • Politica

    E' scontro tra Musumeci e Toninelli: "Basta passeggiate elettorali in Sicilia"

  • Politica

    Commissari Srr in scadenza, tocca ai sindaci: nel Palermitano si rischia l'emergenza rifiuti

  • Politica

    Privatizzazione aeroporti, Cisal e Ugl: "Pronti a bloccare i voli in Sicilia"

  • Cronaca

    Soldi in cambio di voti, 16 condannati per corruzione: ci sono anche due ex parlamentari

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • La mafia di San Lorenzo non perdona, pagano tutti: dal lido di Isola al vivaio e l'Elenka

  • Via Ruggero Settimo si trasforma in un ring, quattro universitari aggrediti dal branco

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

Torna su
PalermoToday è in caricamento