Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

La donna morta poco dopo il parto, l'assessorato alla Sanità apre un'inchiesta

Dopo avere dato alla luce la sua secondogenita all'ospedale Giglio di Cefalù, le sue condizioni sono peggiorate ed è stata trasferita a Villa Sofia dove è deceduta. Sull'episodio indagano anche i due nosocomi

Saranno tre inchieste ad accertare i motivi che hanno portato al decesso di una donna di 32 anni, morta poche ore dopo il parto, all'ospedale Villa Sofia. La donna ha avuto appena il tempo di stringere la neonata, subito dopo le sue condizioni di sono aggravate fino al tragico epilogo. Adesso l'assessorato alla Sanità, l'ospedale Villa Sofia e il Giglio di Cefalù (nosocomio dal quale era stata trasferita ndr) indagano su quanto accaduto.

La donna è arrivata al Giglio con il marito, originario del Piemonte, e la loro primogenita, pronta per il parto naturale. Poco dopo avere dato alla luce la bimba ha iniziato ad accusare dei forti dolori: aveva un’emorragia massiva. Dopo i primi soccorsi è entrata in coma ed è stata trasferita nel reparto di Neurorianimazione di Villa Sofia. Le sue condizioni erano però troppo gravi ed è deceduta. I familiari hanno autorizzato la donazione degli organi.

"Sono state avviate tutte le procedure necessarie per la verifica di tutti i passaggi - dicono dalla Fondazione Giglio di Cefalù - In questo momento ci sentiamo di esprimere la nostra vicinanza alla famiglia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna morta poco dopo il parto, l'assessorato alla Sanità apre un'inchiesta

PalermoToday è in caricamento