menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna incinta ruba al nono mese di gravidanza: rintracciata appena dopo il parto

Una palermitana di 33 anni è stata denunciata. Insieme al compagno aveva rubato il borsello con 100 euro a un bagnante in piscina. L'episodio - avvenuto in Brianza - risale allo scorso 19 luglio. A distanza di un mese la storia è stata ricostruita dai carabinieri

Una donna palermitana al nono mese di gravidanza è stata denunciata per avere rubato un marsupio a un uomo che era in piscina con la figlia. Dopo il reato è fuggita insieme al compagno e poi ha fatto perdere le proprie tracce perché... impegnata a partorire. E' questa l’incredibile vicenda che ha visto per protagonista una 33enne in Brianza. La storia è stata scoperta e ricostruita a un mese dal furto dai carabinieri.

L'episodio risale infatti allo scorso 19 luglio ed è avvenuto nella piscina “Sport Active S.S.D.” di Giussano. La palermtana (V.C. le sue iniziali) è stata denunciata insieme al compagno, un napoletano di 45 anni (D.S.). I due, mentre la vittima (un uomo di 53 anni) era in piscina con la figlia, avevano rubato un marsupio con i documenti, il cellulare e 100 euro.

Ora i carabinieri della stazione di Giussano hanno ritrovato la refurtiva (tranne i soldi) e denunciato gli autori del furto, che "vantano" piccoli precedenti di polizia. La palermitana, separata, pochi giorni dopo l’episodio ha dato alla luce una figlia. La refurtiva è stata recuperata anche grazie al sistema di geolocalizzazione del cellulare. I carabinieri hanno risolto il caso parlando con alcuni testimoni e ricollegando gli autori del furto al mezzo usato per allontanarsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento