rotate-mobile
Integrazione / Cefalù

Dal Burundi in Sicilia per laurearsi, la dottoressa Irkoze firma con l'ospedale Giglio

E' arrivata nel 2019 tramite l'associazione "Aiutiamo il Burundi" fondata da Totò Cuffaro e dopo gli studi a Palermo ha perfezionato il suo percorso a Messina diventando tecnico sanitario radiologo. Il presidente della Fondazione, Giovanni Albano: "Si è integrata bene e ormai fa parte della nostra famiglia"

Prima il viaggio dal Burundi alla Sicilia, poi un percorso lungo 5 anni a studiare tra il tirocinio, la laurea triennale a Palermo e la specialistica a Messina. Oggi l’ulteriore traguardo: lavorare in un ospedale. E’ la storia di Raissa Prosperine Irakoze, 34enne nata in Burundi che ha firmato come tecnico sanitario di radiologia un contratto a tempo indeterminato con il Giglio di Cefalù. "Siamo molto contenti e soddisfatti di avere sostenuto la crescita professionale di Raissa. L’abbiamo seguita passo dopo passo ed oggi si è ben integrata nel nostro gruppo e fa parte della famiglia del Giglio", commenta il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, presente alla firma del contratto da parte della dottoressa Irakoze.

La 34enne era arrivata in Italia da studentessa universitaria grazie all’associazione "Aiutiamo il Burundi", la onlus fondata dall’ex governatore Totò Cuffaro e Stefano Cirillo. "E' stata una opportunità che mi è stata offerta che ho colto al volo", ha detto la giovane burundese. "Oggi ringrazio quanti mi hanno sostenuto. Il mio pensiero è sempre al mio paese, dove spero di poter tornare per aiutare gli altri. Lì ho lasciato il mio fidanzato, dice guardando al dito l’anello di fidanzamento. Sta finendo gli studi e sogno di sposarlo a Bujumbura invitando gli amici italiani". A firmare il contratto a tempo indeterminato è stata anche l’infermiera Serena Longo, leccese, da due anni a Cefalù e in forza allo staff di medicina interna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Burundi in Sicilia per laurearsi, la dottoressa Irkoze firma con l'ospedale Giglio

PalermoToday è in caricamento