Mette il veleno nella minestra dei figli e poi tenta il suicidio, arrestata

La 35enne, originaria dello Sri Lanka, è accusata di tentato omicidio aggravato. Si trova al Civico in osservazione. Il figlio più piccolo, di appena un anno, è ricoverato all'ospedale dei Bambini. Gli è stato somministrato l'antidoto e le sue condizioni sono stabili

E' ancora in ospedale in osservazione, ma si trova formalmente in stato di arresto la donna di 35 anni che ieri ha tentato di avvelenare i figli e poi ha provato a togliersi la vita. E' accusata di tentato omicidio aggravato. Mentre lei si trova al Civico, il figlio più piccolo, di appena un anno, è ricoverato all'ospedale dei Bambini. Gli è stato somministrato l'antidoto e le sue condizioni sono stabili. Migliori invece le condizioni del bimbo più grande, già dimesso.

Avvelena il figlio e tenta il suicidio, mamma e bimbo ricoverati

Tutto è accaduto ieri pomeriggio. La madre della donna si accorge che la figlia e il bimbo stanno male e chiama il 118. Il personale sanitario arriva nell'appartamento di via Vincenzo Littara, alla Noce. La 35enne e i suoi figli, un bimbo di un anno e uno poco più grande, vengono soccorsi e portati in ospedale. Gli operatori, coordinati dal responsabile del centro veleni siciliano Marco Palmeri, dopo una ricerca di un'ora, sono riusciti a ritrovare l'antidoto nei magazzini dell'ospedale Cefalù. Arriva anche la polizia, che raccoglie la testimonianza della giovane madre. E' lei stessa a raccontare quanto accaduto: dopo una violenta lite il compagno è andato via da casa. Da qui l'estremo gesto: ha preparato una zuppa con tanti semi oleandro per lei e i suoi due figli. Nella pianta c'è una sostanza, che se ingerita in grosse quantità, provoca la morte. Ha dato da mangiare diversi cucchiai di minestra avvelenata al piccolo di un anno. Poi lei stessa ne ha mangiato un po'. Il figlio più grande invece non è chiaro se abbia assaggiato il pasto o meno. I medici hanno comunque somministrato l'antidoto e hanno avviato il periodo di osservazione.

A essere in condizioni più serie è il bambino piccolo, che si trova in Rianimazione ma non sarebbe in pericolo di vita. Le indagini sono condotte dalla squadra mobile e dagli agenti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico. La donna è in stato di arresto ed è piantonata. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

Torna su
PalermoToday è in caricamento