menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Domenico Scinà (foto Google street view)

Via Domenico Scinà (foto Google street view)

L'auto che sfreccia, il pugno al volto: "La mia serata da incubo al Borgo"

Una 49enne stava passeggiando in via Scinà quando da una Fiat 500 rossa una persona ha tirato fuori il braccio dal finestrino colpendola in faccia. "Ho temuto di perdere un occhio". Knockout game? Polizia sulle tracce dei responsabili

In una frazione di secondo ha visto un’auto piombare a grande velocità su di lei, poi il "black out". Una donna di 49 anni, a Borgo Vecchio, è stata colpita al volto da una persona, forse una ragazza, che si trovava a bordo di una Fiat 500 rossa con una striscia bianca. "Non sono caduta solo perché un amico mi ha presa in tempo per un braccio. Ho temuto seriamente - spiega a PalermoToday la donna, che preferisce restare anonima - di aver perso l’uso di un occhio". Knockout game o aggressione "mirata"? Indaga la polizia.

L'episodio risale a qualche giorno fa. Ma la vittima ha deciso di renderlo noto solo ora. Erano quasi le due di notte e la donna stava percorrendo corso Scinà in direzione di piazza Sturzo. Dopo una serata in compagnia il gruppetto di amici stava tornando verso le auto. "Ero a bordo strada - continua - quando ho visto l’auto arrivare a velocità sostenuta, ma non pensavo che sarebbe successo nulla. Poi ho sentito due colpi e ho perso per un attimo coscienza". La Fiat 500 ha proseguito la sua corsa noncurante dell’accaduto, mentre la donna con la faccia tumefatta è stata soccorsa e trasportata all’ospedale Civico, dove le sono stati fatti tutti gli accertamenti del caso. Radiografia e tac, per sua fortuna, sono servite ad escludere qualsiasi grave conseguenza.

Una storia che si è conclusa con qualche giorno di prognosi e tanta paura. "Mi sono molto spaventata. Spero la polizia trovi queste persone - conclude la donna - e le fermi. Anche a un amico mio è successa una cosa simile due anni fa, a Mondello". A quel punto ala 49enne non è rimasto altro da fare che andare in commissariato a formalizzare la denuncia. Sul caso indaga la polizia che dopo aver acquisito le immagini di alcune telecamere piazzate nei paraggi sarebbe già sulle tracce dei responsabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento